Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Capranica - Avevano rubato le chiavi alla stazione e poi hanno svaligiato l'abitazione

Furto in casa da migliaia di euro, fermati

Condividi la notizia:

112 giorno

– Furto in casa da migliaia di euro, fermati due uomini.

Nella trascorsa notte i carabinieri della Stazione di Capranica, diretti dal Maresciallo Domenico Bevilacqua, hanno arrestato un cittadino romeno 34enne, domiciliato in Roma, ed un russo 28enne domiciliato a Vetralla, per un furto commesso poco prima in una abitazione nella zona della Giustiniana di Roma.

L’attenzione dei militari, impegnati in un posto di blocco, veniva attirata dai due soggetti che transitavano sulla Cassia a bordo di un motorino con degli zaini ed una valigia trolley.

All’alt dei carabinieri, gli stranieri tentavano la fuga a piedi, venendo però prontamente raggiunti e bloccati.

All’interno degli zaini e del trolley numerosi orologi, monili d’oro, macchine fotografiche, telefoni cellulari e altro, per un valore di alcune decine di migliaia di euro.

Grazie ad una ricevuta ritrovata tra la refurtiva, i militari sono risaluti al proprietario, un funzionario di banca residente in Roma, che nel frattempo, rientrato a casa, stava constatando, sgomento, i danni provocati dai ladri.

Dopo qualche attimo di incredulità alla telefonata dei carabinieri giunta nel cuore della notte, la vittima del furto si è precipitata alla stazione di Capranica dove gli è stato restituito tutto.

“L’altro ieri, a Roma Termini, mi hanno rubato il trolley con le chiavi di casa e un documento con il mio indirizzo, ecco perché non c’erano segni di effrazione sulla porta” ha riferito al maresciallo Bevilacqua, ringraziando i carabinieri e non riuscendo a trattenere le lacrime di commozione alla vista, tra la refurtiva, della fede nuziale della mamma scomparsa alcuni anni fa.

Il lavoro dei carabinieri si è quindi concluso, nella mattinata, con l’accompagnamento dei due arrestati al carcere di Mammagialla, a disposizione del pm di turno Renzo Petroselli.


Condividi la notizia:
13 novembre, 2010

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR