--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Quando dico satira - Fotovignetta by Emiliano

I fratellini, l’aeroporto e il complotto “communista”

Condividi la notizia:

I fratellini...

Signor G.: “Ah Marcelli’, quello dice che l’aeroporto nun ce lo danno… Ma chi è ‘sto tizio? Tu che dichi? Sarà vero?”.

Signor M.: “Boh Giulie’, mica posso sape’ tutto. A me me pare un complotto. Sarà un comunista che ce l’ha co’ Berlusconi…”.

Signor G.: “Dichi? Bah, sarà… ma dicheno che è il presidente de Confidustria Lazio. Un certo Sterpe, Sterpa, Stirpe… Mesà che non è comunista, peggio è de Fro-si-no-ne… Anzi tela dico tutta: è cio-cia-ro. Capisci è ciociaro. Ho detto tutto!”.

Signor M.: “Ma nun vedi che è tutto un complotto de comunisti. El direttore de Tusciawebbe leggge Pericle, lo sapevi?”.

Signor G.: “E che adè mo ‘sto Perecle?”

Signor M.: “Ma allora nun sei informato. Era ‘l famoso communista ateniese. Communista co’ du’ emme. Un rivoluzionario. Diceva, pensa che gojo, che loro vivevano bbene perché aderano liberi. Ma te rendi conto… Li-be-ri. Roba da matti…”.


Condividi la notizia:
16 novembre, 2010

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR