- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Monti Cimini e Teverina per valorizzare la Tuscia

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

[4]
Il sindaco di Ronciglione Massimo Sangiorgi

– Si è tenuto nella mattinata del 10 novembre, presso il Comune di Ronciglione, l’incontro, organizzato dall’Azienda di Promozione Turistica della Provincia di Viterbo, per la presentazione della brochure “Monti Cimini”.

Il lavoro, che si inserisce all’interno del progetto La Terra degli Etruschi volto a riscoprire le radici etrusche della Provincia di Viterbo e del Lazio, mira a completare la collana “Guide per Aree”, che promuove la conoscenza e la valorizzazione dei Comuni del Viterbese, in un formato tascabile, facile da consultare e piacevole da leggere.

A tale scopo la Provincia è stata suddivisa in sette MicroAree in cui si articola la raccolta; allo stato attuale, sono state realizzate le brochures di Viterbo, della Maremma, della Valle del Treja e della Via Amerina e della Valle del Mignone. Al completamento della collana mancano le brochures Monti Cimini e Teverina.

All’incontro l’Apt ha invitato gli Amministratori dei Comuni interessati e gli operatori turistici del Comprensorio, per illustrare il progetto e recepire suggerimenti e proposte.

A fare gli onori di casa il sindaco di Ronciglione Massimo Sangiorgi, che ha rivolto i saluti ai presenti e ha dichiarato di aver ospitato con entusiasmo un’iniziativa necessaria ed efficace per promuovere e favorire il turismo dei Cimini e della Tuscia, settore da rilanciare per garantire sviluppo economico ed occupazionale.

Concetto ribadito dall’assessore al Turismo Giuseppe Duranti, convinto assertore dell’utilità della guida turistica, per valorizzare l’area dei Cimini, ricca di bellezze paesaggistiche e storico-artistiche.

L’assessore ha evidenziato la necessità di un salto culturale nell’approccio all’“ospitalità”: saper accogliere turisti significa in primis avere dagli operatori del settore piena disponibilità ad azioni sinergiche con le istituzioni.

Ha preso parte alla riunione, il commissario straordinario Apt, Marcello Meroi, che ha rivolto i saluti ed i ringraziamenti all’amministrazione di Ronciglione e a tutti i convenuti

Con un intervento sintetico ed incisivo, il commissario ha rilevato l’importanza che l’Apt promuova incontri con gli amministratori dei Comuni della Tuscia per affrontare temi di programmazione turistica e culturale, attuando una politica di “decentramento”, volta a coinvolgere in modo determinante non solo il capoluogo viterbese, ma anche i più piccoli Centri della Tuscia. Ha inoltre messo in evidenza le difficoltà dovute alla scarsità di risorse economiche; da qui l’urgenza improrogabile di investire in modo mirato, puntando sulla qualità dell’offerta culturale.

Ha preso quindi la parola il direttore dell’Apt Marco Faregna, che, rivolto ai presenti, in particolare agli operatori, ha ricordato di aver tenuto fede all’impegno assunto nei mesi estivi, in occasione della presentazione della brochure del Lago di Bolsena, di realizzare entro l’anno la guida dei Cimini. Ha poi informato i presenti che, quanto si sta realizzando è stato possibile grazie ai finanziamenti regionali ottenuti.

Il direttore dell’Apt ha preso atto, con disappunto, della pressoché totale assenza degli amministratori dei Comuni di Castiglione in Teverina, Bassano in Teverina, Celleno, Bagnoregio, Vitorchiano, Bomarzo, Lubriano, Graffignano, convocati per una analoga riunione a quella dei Cimini, per illustrare e concordare il progetto relativo alla realizzazione della brochure Teverina.

Hanno fatto eccezione i Comuni di Civitella d’Agliano (presente il sindaco) e di Orte, che ha avuto il buongusto e l’educazione di avvisare circa l’impossibilità di partecipare alla riunione. I due amministratori hanno in ogni caso manifestato l’interesse a dar seguito all’iniziativa, che ha già visto protagonisti e soddisfatti dei prodotti realizzati, gli altri cinquantuno Comuni della Provincia di Viterbo.

È un peccato – ha commentato il direttore dell’Apt – che un’area della Tuscia particolarmente significativa sul piano dell’attrattività turistica, non disponga di amministratori in grado di assumere iniziative coordinate, rinunciando in tal modo a finanziamenti messi a disposizione dall’Azienda di promozione turistica, tra l’altro in un momento in cui i Comuni lamentano particolari carenze finanziarie.


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]