--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Miniera d'oro 2 - Prima udienza il 21 giugno - L'ex sindaco ai domiciliari

Giudizio immediato per Marchini e Chiavarino

Condividi la notizia:

Fabrizio Marchini

Fabrizio Marchini, ex sindaco di Graffignano

Domenico Chiavarino

Domenico Chiavarino

Stefano D'Arma

Il sostituto procuratore Stefano D'Arma, pubblica accusa al processo insieme al collega Fabrizio Tucci

– Giudizio immediato per i principali indagati di Miniera d’oro 2.

Così ha deciso il gip Salvatore Fanti, su richiesta dei sostituti procuratori Fabrizio Tucci e Stefano D’Arma.

Il prossimo 21 giugno l’ex sindaco di Graffignano Fabrizio Marchini, l’imprenditore di Celleno Domenico Chiavarino e altri due dei sei indagati, compariranno davanti al tribunale di Viterbo, in composizione collegiale.

Il reato contestato, per tutti, è corruzione e turbativa d’asta. E il fatto che i pm abbiano voluto saltare l’udienza preliminare e arrivare subito al dibattimento, indica che l’accusa ritiene di avere solidi indizi a carico dei quattro.

La linea della Procura, finora, è identica a quella tenuta nelle due precedenti indagini Dazio e Miniera d’oro: intercettazioni, interrogatori e, infine, giudizio immediato.

E il nuovo fascicolo ha molto altro in comune con i vecchi. I pm titolari dell’inchiesta. L’accusa di corruzione. Le presunte tangenti. E, soprattutto, Domenico Chiavarino, tuttora in attesa di giudizio per Dazio, per Miniera d’oro e, ora, anche per Miniera d’oro 2, così ribattezzata proprio perché nata come naturale prosecuzione della precedente inchiesta.

Dei sei indagati, solo Marchini era finito in manette, dopo il blitz della forestale del 17 febbraio scorso.

L’ex primo cittadino di Graffignano e assessore ai Lavori pubblici è stato scarcerato qualche giorno fa ed è, ora, agli arresti domiciliari.

L’attuale sindaco Adriano Santori ha avocato a sé la delega assessorile di Marchini.


Condividi la notizia:
9 aprile, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR