--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il sociologo illustra la situazione attuale dell'antico tracciato

Ma quale via Francigena

di Francesco Mattioli

Condividi la notizia:

segnali_via_francigena
segnali_via_francigena2
segnali_via_francigena3
segnali_via_francigena4
segnali_via_francigena5

– Qualora si imbattessero in viaggiatori che lungo la via danno segni evidenti di smarrimento e di disperazione, i residenti di strada Roncone sono vivamente pregati di prestare loro conforto, innanzitutto psicologico.

Si tratta infatti di pellegrini che percorrono la via Francigena e che, giunti all’imbocco della strada Roncone, perdono l’orientamento e la consapevolezza di sé a causa di una serie di indicazioni proditoriamente segnalate per ingenerare in loro la più buia confusione.

La foto 1 documenta che vi sono almeno due partiti fra i camminatori: i “gialli” e gli “azzurri”, capaci di sovrapporre i propri simboli a vicenda, quasi a correggersi o a cancellarsi l’un l’altro. La via giusta è quella degli azzurri, che indicano il Roncone (come storia esige) o quella dei gialli, che propongono la Sammartinese (come comodità suggerisce)?

Insomma, hanno ragione i gialli o gli azzurri? Peraltro, la foto dice anche qualcos’altro: che pur di sgomitare per esserci, i due partiti non esitano a imbrattare dei loro simboli il povero antico fontanile, mettendosi quasi a competere con i soliti imbecilli dalla bomboletta facile….

Le Foto 2-3 dimostrano che uno dei due partiti ha preso una decisione definitiva: palo dopo palo, il simbolo del pellegrino, rigorosamente azzurro (ma sotto la mano di vernice si intravede anche quello giallo…), sembra ribadire la direzione lungo Strada Roncone… anche se poi i gialli tornano prepotentemente all’attacco poco più oltre, anche a costo di smentire sé stessi (Foto 4).

La Foto 5 potrebbe spiegare tanta esitazione nella scelta dell’itinerario, e forse anche il bisogno compulsivo di dipingere simboli ad ogni incrocio: la segnaletica illustrativa del percorso, in quel luogo, è ormai illeggibile e meriterebbe una rinfrescata.

In ogni caso, l’amico Massimo Vinci, della Confraternita dei Romei della Via Francigena, potrebbe fornirci qualche lume?

Mi raccomando, comunque, date un generoso aiuto a quei poveri pellegrini. Purché sappiate dove indirizzarli, senza far loro venire qualche ulteriore crisi di nervi.

Francesco Mattioli


Condividi la notizia:
30 aprile, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR