Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cinipide - Daniele Sabatini (Pdl) sull'apertura delle strutture Arsial a Caprarola

Centro allevamento Torymus, un ottimo risultato

Condividi la notizia:

Daniele Sabatini

– Riceviamo e pubblichiamo – Accolgo con soddisfazione l’avvenuta individuazione delle strutture dell’Arsial di Caprarola come fulcro regionale della lotta al cinipide galligeno mediante l’apertura del primo centro di moltiplicazione e allevamento del Torymus sinensis del Lazio.

Esprimo pertanto il mio apprezzamento, personale e politico, all’assessore regionale alle Politiche agricole Angela Birindelli nonché al presidente della competente commissione Francesco Battistoni, per aver avviato un progetto che darà concreto slancio all’azione di lotta biologica per preservare i nostri castagneti dai danni causati dall’insetto asiatico.

Ritengo sia un passaggio importante che si svilupperà con il supporto scientifico e tecnico dell’Università della Tuscia e dell’Università di Torino, tra i massimi esperti del settore a livello europeo. Il coordinamento scientifico è infatti affidato al gruppo di ricercatori guidato da Paparatti.

L’ascolto delle istanze del nostro territorio, con particolare riferimento ai castanicoltori della Tuscia, è stato forte stimolo affinché, con una delegazione del gruppo dei ricercatori, già un anno fa e proprio alla Regione Lazio, potessimo prospettare questa possibile soluzione.

Constatiamo con piacere come la tesi esposta sia stata ascoltata,accolta e puntualmente sviluppata dai nostri amministratori regionali.

Appare comunque opportuno precisare, per correttezza politica e onestà intellettuale nei confronti di cittadini e castanicoltori (pur se, questi, già molto ben informati), che tale percorso non sarà affatto breve e che non potrà portare risultati di significativa rilevanza in tempi troppo ravvicinati.

In ciò deve però scorgersi la lungimiranza di tutti gli enti coinvolti che, ulteriormente allo studio di innovative tecniche di contrasto del cinipide, stanno attualmente affrontando la problematica con particolare attenzione all’incidenza socio-economica della problematica sul territorio.

Daniele Sabatini
Membro coordinamento provinciale Pdl


Condividi la notizia:
13 maggio, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR