- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“E’ tutto regolare”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

[3]

– “Un’attività regolare improntata alla legittimità degli atti”.

Così gli avvocati dei 38 imputati della vicenda Cev hanno risposto ai sostituti procuratori Paola Conti e Franco Pacifici.

La difesa, durante l’udienza preliminare di ieri mattina, ha respinto le accuse al mittente: non ci sono gli estremi per contestare il reato di associazione a delinquere a 18 degli imputati. E la “struttura parallela” di cui parlano i pm, per i legali, è tutta da dimostrare.

Nell’aula della Corte d’Assise del tribunale di Viterbo, blindata ai curiosi e alla stampa, si sono alternate le arringhe dei legali dell’ex sindaco Giancarlo Gabbianelli, dell’allora presidente del Cev Attilio Moretti, del city manager Armando Balducci. Tutti e tre accusati, insieme ad altre 15 persone, di associazione a delinquere, oltre a dover rispondere di abuso d’ufficio e annotazione di fatture per operazioni inesistenti.

Un’indagine, quella sul Cev, partita nel 2007 da un maxisequestro di documenti della guardia di finanza. Da qui i magistrati Conti e Pacifici si accorsero degli importi gonfiati che il Comune versava al Cev. Cifre da capogiro che sarebbero servite per ripianare le perdite della società e che hanno generato debiti fuori bilancio nelle casse comunali.

Oltre a questo ci sarebbe anche l’affidamento irregolare di numerosi appalti, assegnati senza gara ai soci.

La seduta è stata aggiornata al 20 giugno per terminare la discussione e decidere sulla richiesta di rinvio a giudizio per tutti gli imputati, presentata dai pm alla scorsa udienza.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [4]
  • [1]
  • [2]