--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Domani inizia la lunga camera di consiglio dei giudici - La decisione tra giovedì e venerdì

Processo Gradoli, ore contate per la sentenza

di Holly Golightly

Condividi la notizia:

Tatiana Ceoban

Elena Ceoban

L'imputata Ala Coeban

L'imputato Paolo Esposito

L'avvocato di Ala Pierfrancesco Bruno

Gli avvocati Enrico Valentini e Paolo Rosati

Il pm Renzo Petroselli

L'avvocato di parte civile Luigi Sini

L'avvocato di parte civile Claudia Polacchi

– Volge al termine il processo Gradoli.

Domani inizierà la lunga camera di consiglio dei giudici della Corte d’Assise, che emetteranno la sentenza di primo grado su Paolo Esposito e Ala Ceoban. Gli amanti-cognati. Accusati di aver ucciso Tatiana Ceoban e la figlia Elena, scomparse da due anni senza lasciare traccia.

Il caso che ha diviso l’opinione pubblica e fatto versare fiumi di inchiostro alla stampa si avvia alla conclusione, prevista per giovedì, ma che potrebbe anche slittare a venerdì.

Il pm Renzo Petroselli e gli avvocati di parte civile hanno scelto di non replicare alle difese. Come a dire che, ormai, dopo 11 mesi di processo, 32 udienze e 25 ore di requisitoria e arringhe finali, non c’è più nulla da aggiungere.

Dal 4 giugno 2010, data di inizio del dibattimento, i legali dell’una e dell’altra parte si sono dati accanitamente battaglia. Si sono studiati a vicenda, con occhiate furtive, dalle loro postazioni in aula. Difesa a destra, accusa a sinistra.

Uno scontro durissimo. Sotto gli occhi di una platea sempre presente, che li ha visti bisticciare e fare pace, scambiarsi frecciate in aula e stringersi la mano fuori.

Una vicenda che, per tutti i legali, è diventata molto più che “una semplice questione di lavoro”.

A questo caso gli avvocati Enrico Valentini, Mario Rosati, Pierfrancesco Bruno, Fabrizio Berna, Claudia Polacchi e Luigi Sini hanno dedicato questi ultimi due anni. Tra notti passate su faldoni da migliaia di pagine e interi weekend in tribunale.

Hanno portato il processo nelle loro case e i familiari in aula, curiosi anche loro di sapere come sarebbe andata a finire.

Hanno difeso fino all’ultimo la propria verità.
Ci hanno messo il cuore. Ma anche la faccia. Perché in questa sentenza c’è tutta la fatica di questi due anni. Tutte le opposte argomentazioni in cui si sono arroccate accusa e difesa. Ognuno con la propria tesi. Senza mai indietreggiare di un passo.

“Sapere di avere tra le mani la vita di Paolo Esposito è stato un fardello molto pesante”, ha detto al termine della sua arringa l’avvocato Enrico Valentini. Ed è una frase che può valere per tutte le parti in causa nel processo Gradoli,perché ognuno, in questa vicenda, ha il suo grosso peso da portare.

Ala, forse assassina della sorella e della nipote. In ogni caso, completamente sola a 26 anni e col rischio di passare tutta la vita in cella.

Elena Nekifor e il suo cuore di madre, spezzato dal dolore per le sue due figlie. Sapendo che una potrebbe aver ucciso l’altra.

E poi la bimba di Tania e Paolo, privata d’un tratto di madre, padre e sorella. Una vita sconvolta in un attimo.

Il fardello più grande ricade, ora, sulle spalle dei giudici Maurizio Pacioni, Ernesto Turco e dei giurati popolari, chiamati a decidere del destino dei due imputati. O dentro o fuori. O assolti o condannati.

Delle due verità di accusa e difesa, dovranno sceglierne una. Dare ragione a una parte e torto all’altra. A quel punto, sarà la Corte a pronunciare la sua verità. E nemmeno questa sarà incontrovertibile, perché non spiegherà cos’è successo a Elena e Tatiana il 30 maggio 2009. Né è detto che potrà resistere a eventuali ricorsi in appello e in cassazione.

Chi perde oggi, comunque, ha molto da perdere. Soprattutto Paolo e Ala che con questa sentenza si giocano, in un colpo solo, la loro libertà e il loro futuro. Da soli o insieme.


Condividi la notizia:
11 maggio, 2011

Dossier Gradoli ... Gli articoli

  1. Paolo e Ala, amanti diabolici traditi da filmini hard e migliaia di sms: "Tocca ammazzarla"
  2. Stasera il giallo di Gradoli su Crime+Investigation
  3. Tatiana ed Elena Ceoban svanite nel nulla da dieci anni
  4. Ospitalità e lavoro ad Ala Ceoban, tre indagati sono di Tarquinia
  5. Ala Ceoban, quattro denunce per favoreggiamento
  6. Rimpatriata Ala Ceoban, appello a Salvini per farla tornare in Italia
  7. Giallo di Gradoli, Ala Ceoban vuole la protezione internazionale
  8. Ala Ceoban potrebbe evitare l'espulsione...
  9. "Le dichiarazioni di Ala Ceoban riguardano il giallo di Gradoli"
  10. Ala Ceoban, oggi si decide se resta in Italia
  11. Ala Ceoban "parla" e il giudice congela l'espulsione
  12. "Perché tanti ostacoli? Io voglio restare in Italia"
  13. Era per tutti "Ala del pub"...
  14. Ala Ceoban tradita da un trasferimento di soldi
  15. Giallo di Gradoli, trovata Ala Ceoban
  16. "Ala Ceoban via dall'Italia, il crimine compiuto è stato efferato"
  17. "La procura chieda a Esposito le cose che non ha detto"
  18. "Non so cosa sia successo a Tatiana ed Elena, ma voglio sapere dove sono"
  19. "O è innocente o Totò Riina è un dilettante"
  20. Franca Leosini intervista Paolo Esposito a Storie maledette
  21. Ala Ceoban fa causa allo stato
  22. Giallo di Gradoli, morta Elena Nechifor
  23. Paolo Esposito: "Il lavoro mi ha salvato"
  24. Ala Ceoban fuori dal carcere
  25. La Cassazione: Colpevoli senza via d'uscita
  26. "Combatteremo perché Esposito veda sua figlia"
  27. "Basta con i condizionali: Paolo ha ucciso Tatiana ed Elena"
  28. Giallo di Gradoli, confermato l'ergastolo per Paolo Esposito
  29. Giallo di Gradoli, la sentenza slitta al 26 novembre
  30. Giallo di Gradoli, lunga attesa per la sentenza
  31. Giallo di Gradoli, è l'ora della Cassazione
  32. Paolo Esposito lotta per la figlia
  33. Ala Ceoban non lascia il carcere
  34. Ala Ceoban non è uscita dal carcere
  35. Ultimo mese di carcere per Ala Ceoban
  36. Accusati di aver plagiato un testimone, assolti gli Esposito
  37. "Non smettiamo di cercarle"
  38. "Fa' le cose per bene perché io ti ammazzo..."
  39. Giallo di Gradoli, fissata l'udienza in Cassazione
  40. "L'ennesima crudeltà contro Esposito"
  41. "Ala stanca e depressa"
  42. Ergastolo a Esposito, la difesa: sentenza da annullare
  43. La procura generale: Fu omicidio premeditato
  44. "Tatiana calunniata anche da morta"
  45. Processo agli Esposito, battaglia su un video
  46. E' il giorno dei genitori di Paolo Esposito
  47. La casa dei misteri tre anni dopo
  48. Dissequestrata la casa di Paolo Esposito
  49. Inizia il processo agli Esposito
  50. "La madre di Ala e Tatiana è sollevata"
  51. Ala: "Otto anni inaccettabili, sono innocente"
  52. "Paolo Esposito è distrutto"
  53. La Procura: "Accolto l'impianto accusatorio"
  54. Gradoli, confermato l'ergastolo per Esposito
  55. Gradoli, i giudici si ritirano per la decisione
  56. Gradoli, la difesa di Ala parla per sei ore
  57. Gradoli, la difesa: "Esposito va assolto"
  58. Gradoli, parti civili: "Sia confermata sentenza primo grado"
  59. Giallo di Gradoli, la parola agli avvocati
  60. Gradoli, chiesti di nuovo due ergastoli
  61. Giallo di Gradoli, parte il processo d'appello
  62. Un anno fa l'ergastolo a Esposito e Ala Ceoban
  63. Giallo di Gradoli, chieste quattro perizie
  64. Giallo di Gradoli, nuove richieste istruttorie della difesa
  65. "Il dolore è tanto e non passa mai..."
  66. Oggi Tatiana avrebbe compiuto 39 anni
  67. Gradoli, inizia il processo d'appello
  68. "Ma quale omicidio premeditato?"
  69. "In quella casa non c'è stato nessun omicidio"
  70. Gradoli, pronti i ricorsi in appello
  71. Chiusa l'inchiesta sugli Esposito
  72. Duplice omicidio, si cerca nel lago
  73. Incerta la dinamica del delitto
  74. Motivazioni, Valentini: "Gravi omissioni"
  75. Sgonfiato il mistero della cartellina gialla
  76. Sangue in cucina, la prova dell'omicidio
  77. Una storiaccia "triste, piena di odio e rancore"
  78. Gradoli, depositate le motivazioni della sentenza
  79. Il tempo non ci faccia dimenticare di Tatiana ed Elena
  80. Due anni fa sparivano Elena e Tatiana
  81. Io un po' di paura ce l'ho...
  82. Il dolore non è monopolio di Elena Nekifor
  83. Vi siete dimenticati di Elena e Tatiana
  84. Paolo, disperato e in lacrime ma combattivo
  85. Una sentenza dura come la pietra
  86. "Giustizia è fatta"
  87. "Abbiamo fatto il possibile e l'impossibile"
  88. Video - L'avvocato di Ala: Faremo appello
  89. Video - Mi aspettavo una assoluzione
  90. Video - Paolo e Ala increduli
  91. Video - Il dolore della madre di Ala e Tatiana
  92. Video - Gradoli - Ergastolo per Ala e Paolo
  93. Video - "Un'affermazione di verità e giustizia"
  94. Processo Gradoli, ergastolo per Paolo e Ala
  95. Fermento in aula per la sentenza
  96. Processo Gradoli, sentenza rinviata a domani
  97. "Nessuna certezza che Ala sia colpevole"
  98. Riprende il processo Gradoli
  99. Un amore ossessivo, un odio cieco...
  100. Chiesto l'ergastolo per Paolo e Ala
  101. Video - Ala, in lacrime, racconta il carcere
  102. Video - Paolo: "Ho mentito per rivedere mia figlia"
  103. Spunta il "terzo amore" di Tatiana
  104. Il muro della cucina non ha subito alterazioni
  105. Sangue sul pick-up, nominati i periti
  106. Giallo di Gradoli, nuovi avvisi di garanzia
  107. Maria Esposito colta da malore
  108. Gradoli - Colpo di scena in aula
  109. Avviso di garanzia per i genitori di Esposito
  110. Tania aveva paura di essere avvelenata
  111. Il caso Gradoli sbarca a Mattino Cinque
  112. "Le tracce potrebbero essere state cancellate"
  113. Parte il processo Gradoli
  114. Paolo Esposito aveva una relazione con la sorella di Tatiana
  115. Mamma e figlia svanite nel nulla

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR