--

--

Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - La città non ha ancora una strada dedicata alla vittima della mafia

Via Impastato e le vane promesse di Marini

Caffeina-Tutankhamon-9-11-18-560x80-ok

Peppino Impastato

–  E’ la solita storia. Ogni anno Tusciaweb deve ricordare al sindaco Marini di aver preso un impegno: quello di intitolare una via di Viterbo a Peppino Impastato. Politico. Attivista. Conduttore radiofonico. Una vita spesa contro la mafia e stroncata dalla mafia nel ’78, con una carica di tritolo che gli chiuse la bocca per sempre.

Marini aveva promesso. E sono due anni che promette.

A ottobre 2009 era stato uno dei primi sindaci della Tuscia ad aderire alla campagna nazionale lanciata da Tusciaweb “Anch’io sono Peppino Impastato”. Un invito a intitolare piazze, strade, istituzioni pubbliche a una vittima della mafia la cui memoria era stata profondamente offesa, proprio da un primo cittadino del Nord Italia, che rimosse la targa a lui dedicata per sostituirla con quella di un personaggio locale.

Marini aveva detto che sì, sicuramente Viterbo avrebbe avuto la sua via Peppino Impastato. E lo ha ripetuto il 9 maggio dell’anno scorso, quando gli è stato fatto notare che gli impegni non erano stati rispettati e che, ahimè, non c’era ancora nessuna strada che portasse il suo nome. Non c’era l’anno scorso, come non c’è oggi.

E dire che l’occasione di dedicare un angolo della città a Peppino non è mancata. Appena dieci giorni fa Viterbo ha inaugurato la sua nuova piazza. Piazza Unità d’Italia. Prima c’erano state via Cerveteri e via Vulci a Santa Barbara.

Mai una sola volta, in questi due anni, si è parlato di una strada per Peppino Impastato in consiglio comunale. E riesce difficile credere che sia per colpa delle solite lungaggini burocratiche. La verità è che nell’agenda dell’amministrazione Marini non c’è nessuna via per Peppino.

Anche il 9 maggio di quest’anno, come quello dell’anno scorso, è stata un’occasione persa. Per rispettare l’impegno preso con Tusciaweb. Con la città. Ma soprattutto con Peppino.

10 maggio, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR