--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tempo pieno - Interviene l'assessore provinciale alla Pubblica istruzione Paolo Bianchini

“Basta allarmismi”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Paolo Bianchini

Paolo Bianchini

– “E’ davvero sorprendente l’abilità della consigliera comunale Luisa Ciambella nel creare allarmismi ingiustificati e nel seminare panico fra i genitori degli alunni”.

L’assessore provinciale alla Pubblica istruzione Paolo Bianchini interviene sulla visita a Roma presso l’Ufficio scolastico regionale da parte della delegazione viterbese per chiedere il tempo pieno nelle scuole.

“Rispetto le proteste e soprattutto i genitori che sono andati in delegazione a Roma. Purtroppo – prosegue Bianchini – in questa storia sono le vittime di chi ha trovato utile cavalcare una polemica infondata per acquisire visibilità politica. Alla fine il dirigente dell’Ufficio scolastico regionale non ha potuto che riconfermare ciò che avevamo già ottenuto”.

Bianchini passa poi a illustrare come, grazie all’impegno della Provincia, del Comune di Viterbo e dell’Ufficio scolastico provinciale il problema sia già stato risolto da oltre dieci giorni.

“ La provincia di Viterbo – spiega – ha ottenuto 20 insegnanti in più rispetto all’organico. Sei unità delle 20 suddette sono state destinate alle scuole elementari, fatto questo che ha reso possibile il tempo pieno a 40 ore attraverso una ripartizione del totale delle ore lavorative.

Ne hanno beneficiato i seguenti istituti: distretto didattico di Tarquinia, distretto didattico Viterbo II, distretto didattico Viterbo III, distretto didattico Viterbo V, istituto comprensivo Fantappiè di Viterbo, istituto comprensivo di Canino, istituto comprensivo di Grotte Santo Stefano, istituto comprensivo di Ronciglione, istituto comprensivo di Sutri, istituto comprensivo di Vignanello, istituto comprensivo di Nepi, istituto comprensivo di Soriano, istituto comprensivo di Capranica, istituto comprensivo di Orte, istituto comprensivo di Montefiascone.

Comprendo perfettamente – aggiunge ancora l’assessore – quanto sia difficile per la consigliera Ciambella dover ammettere di aver sollevato un inutile polverone. La cosa davvero grave in questa vicenda è la sua ostinazione nel voler ad ogni costo rappresentare un’immagine completamente distorta della realtà per poter poi rivendicare il merito di aver risolto il problema.

Mi spiace per lei – conclude – ma la gita a Roma è stata un’inutile passerella propagandistica servita soltanto a guadagnare qualche titolo sulla stampa. Il sottoscritto alle chiacchiere preferisce l’impegno concreto e i fatti, senza andare alla ricerca di una facile, quanto inutile, demagogia. Non ho mai in questi giorni avuto il piacere di incontrare i genitori, ai quali avrei volentieri illustrato lo stato dell’arte. Rimango comunque, fuori da strumentalizzazioni politiche, a totale disposizione”.


Condividi la notizia:
22 giugno, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR