Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Acquapendente - In funzione day hospital, pronto soccorso e day surgery

Ospedale, salva Medicina generale

Condividi la notizia:

Alberto Bambini, sindaco di Acquapendente

–  L’amministrazione comunale di Acquapendente è soddisfatta per i risultati ottenuti durante l’incontro avuto ieri, 24 giugno, con la direzione sanitaria della Asl.

L’ospedale di Acquapendente, grazie all’impegno dell’amministrazione, dei cittadini e del comitato manterrà in funzione l’unità complessa di medicina generale con 28 posti letto, l’attività di day hospital medico, il pronto soccorso con la guardia anestesiologica per 24 ore e l’attività chirurgica e specialistica (otorino, oculista, e prossimamente ortopedico) in regime di day surgery, garantendo l’attività in essere per la quasi totalità.

All’incontro di ieri hanno partecipato il sindaco di Acquapendente Alberto Bambini, l’assessore alla sanità di Acquapendente Paola Serafinelli, il direttore sanitario della Asl Viterbo Marina Cerimele e il capo dipartimento dell’ospedale di Acquapendente Franco Bifulco.

Il decreto attuativo 80 emanato dalla Regione Lazio prevede che dal primo luglio l’unità complessa di chirurgia generale all’ospedale di Acquapendente venga chiusa.

“Stiamo lavorando per attivare una reperibilità per la chirurgia d’emergenza nelle ore notturne – ha dichiarato l’assessore Serafinelli -. In questo senso l’azienda sanitaria, a seguito dell’incontro di ieri, ci ha assicurato una pronta disponibilità medico chirurgica ed infermieristica dal lunedì al venerdì”.

“Il nostro impegno continua – afferma il Sindaco Bambini – perché ancora ad oggi (25 giugno) la Regione Lazio risulta inadempiente rispetto al funzionamento dell’elisoccorso, al potenziamento della rete territoriale, alla realizzazione del distretto montano. Rimaniamo all’erta e continuiamo la nostra battaglia per un ospedale di tutti e per tutti”.

È bene precisare, inoltre, che l’ospedale di Acquapendente è aperto e funzionante come prima; tranne che per gli interventi complessi di chirurgia, le altre attività sono mantenute.

Dall’incontro di ieri è scaturito anche l’impegno dell’azienda ad effettuare da subito alcuni lavori di ristrutturazione sulla parte vecchia, in modo da accogliere le strutture previste dalla riorganizzazione proposta. Presumibilmente, in autunno partiranno i lavori in una parte del cantiere del nuovo lotto.


Condividi la notizia:
25 giugno, 2011

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR