--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il Pd si mobilita – Parroncini: “Paga Viterbo per fare un favore ad Alemanno”

Rifiuti, una mazzata per Comuni e cittadini

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

Giuseppe Parroncini

– Il centrodestra a Viterbo? Pronto per la discarica.

Dopo il taglio agli ospedali, l’aumento alla tariffa sui rifiuti. Per il Partito democratico l’ennesima prova che Viterbo parla (se parla), ma Roma è sorda. “Quanto conta la classe politica di centrodestra? – si domanda il consigliere regionale Giuseppe Parroncini – ci hanno raccontato che la filiera Governo – Regione – Provincia – Comune capoluogo avrebbe portato benefici, invece ci sta massacrando”.

Nel silenzio. “I politici locali – continua Parroncini – nemmeno sono informati. Abbiamo dovuto dire noi a loro dell’aumento sui rifiuti, come facemmo quando la Regione tolse i soldi per la Trasversale”. Il rincaro sulla tassa per il conferimenti in discarica, deciso con determina dirigenziale solo per Viterbo chiede vendetta e il Pd si prepara alla mobilitazione. Stamani in conferenza, anticipate le prossime mosse.

“Perché è un provvedimento che graverà sui cittadini – incalza il segretario provinciale Andrea Egidi – e rischia di far saltare i bilanci ai comuni. Una scelta assolutamente sbagliata”. Ed esclusivamente riservata alla Tuscia.

“Chiederò – anticipa Parroncini – il perché della scelta con un’interrogazione. Un mese fa i gestori delle discariche avevano minacciato la serrata il 6 giugno per via dei pagamenti arretrati. Solo l’Ama deve 160 milioni per rifiuti già conferiti a Malagrotta. In più chiedevano un ritocco delle tariffe.

Della protesta non se n’è saputo più nulla e oggi capiamo il perché. La Regione ha dato una prima risposta con l’aumento”. A Viterbo e non a Roma, per esempio.

“A Malagrotta – continua Parroncini – ci vanno un milione e 700milai tonnellate annue di rifiuti. Alla discarica di Viterbo 163 mila tonnellate. Se si fosse deciso per il rincaro nella capitale, essendo l’aumento stabilito per ogni tonnellata, lì avendo cifre così alte sarebbe stato minimo.

Il rincaro sarà di quattro milioni in più l’anno, due terzi dei quali spettano a Viterbo e il restante a Rieti che conferisce da noi i rifiuti. Tutto per fare un favore ad Alemanno in vista delle elezioni 2013. Come pure per i posti letto negli ospedali”.

Pagheranno i cittadini, ma non andrà male nemmeno alle casse del comune di Viterbo. “Essendo la discarica sul suo territorio, tra il 2009 e il 2010 ha ottenuto un milione e 760mila euro per Casale Bussi. Con l’aumento della tariffa, crescerà anche l’introito per palazzo dei Priori. Almeno li spendessero per contenere la Tarsu”.

Sui rifiuti i Democratici non vogliono passarci sopra. “Siamo l’unico partito che sta costruendo una reazione politica a questa vicenda – osserva Egidi – i segnali che arrivano dal centrodestra locale sono confusi e contraddittori. Avvilente la posizione della Provincia”.

Quindi via a banchetti informativi, volantini, manifesti, come preannunciato dal vice Alessandro Dinelli. “Stiamo anche pensando a un’assemblea per esprimere la nostra forte contrarietà e stiamo predisponendo un’ipotesi di ricordo al Tar”.

Mentre in Provincia:

“Non escludiamo – spiega il capogruppo Federico Grattarola – un consiglio straordinario sul tema, anche se una maggioranza messa insieme solo per vincere, come quella guidata da Meroi, ha già dimostrato di non essere in grado d’occuparsi dei problemi veri del territorio. Altre volte abbiamo approvato mozioni anche insieme al centrodestra, documenti rimasti lettera morta”.

Intanto il Pd ha chiesto un incontro con il presidente Renata Polverini e il nove tutti da Meroi per capire l’orientamento di palazzo Gentili.


Condividi la notizia:
6 giugno, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR