--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Interviene la consigliere Maria Antonietta Russo

Tempo pieno, il Pdl lavora e la Ciambella chiacchiera

Condividi la notizia:

russo_maria_antonietta

Il consigliere Maria Antonietta Russo

Riceviamo e pubblichiamo – Grazie al consigliere Luisa Ciambella del Pd il tempo pieno rischia di diventare come la tela di Penelope che di giorno si tesseva e di notte si disfaceva per non arrivare mai alla fine della storia, dove, evidentemente, qualcuno ha assaporato il gusto di recitare la parte della protagonista.

Ma, mentre nella storia della famosa tela Penelope faceva tutto da sola, nel caso del tempo pieno i due ruoli si sono scissi.

Da una parte il centrodestra lavora in silenzio, a riflettori spenti, e in poco tempo ha ottenuto un risultato concreto: gli insegnanti necessari a garantire il modulo delle quaranta ore, e le classi di scienze applicate nei due licei scientifici di Viterbo e Ronciglione, sufficienti a accogliere tutte le domande di iscrizione pervenute.

Dall’altra il consigliere Ciambella, ponendosi al centro del cono di luce offerto dalla rilevanza del tema del tempo pieno, sta cercando in tutti i modi di disfare, quanto meno agli occhi dell’opinione pubblica, questo traguardo.

Lei dice che quanto ottenuto è insufficiente, e intanto ritarda ancora un po’ “i titoli di coda” di una sceneggiata che le sta indubbiamente portando una certa popolarità.

Il centrodestra costruisce e la Ciambella demolisce.

E, così, la storia continua.

Una storia in cui il consigliere Ciambella ha subito afferrato la parte della protagonista.

Ricordo, solo per riportare chiarezza nel baccano che si sta creando volutamente su questo argomento, che il sindaco Marini e l’assessore Fattorini, dietro una mia interrogazione, erano già a lavoro sui tavoli istituzionali, quando la Ciambella con una mozione si inseriva a tutta velocità sulla questione e altrettanto rapidamente si apprestava a correre da una scuola all’altra impugnando in una mano la bandiera del Pd e dall’altra i moduli per la raccolta firme presso le mamme, senza cercare mai quel confronto con l’amministrazione comunale che avrebbe portato qualche risultato concreto in più per le mamme e qualche ora di popolarità in meno per lei, che si è dedicata a “tempo pieno” a riempire ogni vetrina disponibile sui media locali.

Chissà perché montare una protesta per ottenere qualcosa che nessuno aveva intenzione di negare alla Tuscia.

Tant’è che prima ancora che la raccolta firme della Ciambella venisse chiusa, la richiesta delle insegnanti per il tempo pieno e le classi di scienza applicate dei due licei veniva soddisfatta dall’ufficio regionale scolastico grazie all’impegno del sindaco e dell’assessore comunale competente.

Ma la Ciambella nell’ultimo consiglio comunale è tornata arrogantemente a battere i pugni sul tavolo e a dire che quanto ottenuto non è abbastanza, conquistandosi così un altro momento di celebrità.

Vedremo. Intanto mi preme rilevare che lo spirito bipartisan con cui è stata votata la mozione sul tempo pieno che, lo sottolineo, non rappresentava un pensiero esclusivo della Ciambella, ma testimoniava anche il lavoro concreto che il centrodestra stava già facendo sull’argomento, è andato a mio avviso completamente perduto.

I toni apertamente offensivi utilizzati dalla Ciambella verso il lavoro del sindaco Marini e dell’assessore Fattorini che, anche se a lei sembra poco, un risultato concreto lo hanno rapidamente ottenuto, mi fanno sospettare più un interesse a tenere aperta una vicenda molto redditizia per la propria visibilità personale, piuttosto che trovare la soluzione ottimale per quello che è il reale fabbisogno delle istituzioni scolastiche e non quello dei consensi elettorali che servono per garantirsi una propria ascesa politica personale.

Nello spirito di collaborazione che, a mio avviso, dovrebbe animare certe battaglie che interessano tutti i cittadini di ogni colore politico, mi permetto di invitare la consigliera Ciambella a un maggiore rispetto verso il lavoro che questa maggioranza sta portando avanti con particolare impegno anche per quanto riguarda la scuola e tutte le sue problematiche.

Antonietta Russo
Consigliera comunale Pdl


Condividi la notizia:
14 giugno, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR