Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sutri - "Cassandra" in prima nazionale apre la rassegna all'anfiteatro

Al via “Teatri di pietra”

Condividi la notizia:

Elisabetta Pozzi in una scena

– Una prima nazionale apre domani sera, 2 luglio, all’antico Anfiteatro di Sutri la quinta edizione dei Teatri di pietra Lazio, iniziativa volta alla valorizzazione del patrimonio archeologico e monumentale dei teatri antichi attraverso lo spettacolo dal vivo.

Il progetto è promosso da Pentagono produzioni associate in collaborazione con CdLazio e Capua antica festival e sostenuta dall’amministrazione di Sutri e dall’assessorato alla Cultura della Regione Lazio.

Un programma tutto dedicato al tema classico e del Mediterraneo tra danza, teatro e musica tra cui due prime nazionali che hanno scelto la location di Sutri per inaugurare la tournée estiva.

Ad aprire domani sera, sabato, è la prima nazionale di “Cassandra – o del tempo divorato” , protagonista Elisabetta Pozzi che, attraverso una forte drammaturgia ispirata a Eschilo, Euripide e Seneca e il contributo di Massimo, dà vita ad intensa messa in scena in forma di teatro-danza con Hal Yamanouchi, Rosa Merlino e Carlotta Bruni su musiche originali di Daniele Dangelo.

Domenica, 3 luglio, “Baccanti” , un lavoro a firma Dario Garofalo e Cinzia Maccagnano, ispirato all’opera euripidea, che affronta il tema dello smarrimento e della possessione divina.

A seguire altra prima nazionale con la commedia in cartellone sabato 9 luglio “Truculentus” di Plauto , protagonisti Eleonora Brigliadori e Sebastiano Tringali che approfittano della trama plautina per dar vita ad una esilarante commedia sulla vita del teatro.

Si ritorna al mito mercoledi 13 luglio con “Orfeo de’ Pazzi”, opera di teatro-danza con Ernesto Lama e un nutrito ensamble di danzatori e musicisti: Su musiche della tradizione etnica eseguite dal vivo, tra letti manicomiali, si dà vita ad una inedita rilettura dell’Orfeo “rappresentato” da folli.

Sabato 23 luglio all’anfiteatro sarà ancora di scena la danza a firma di Gabriele Rossi “Tintoretto/Michelangelo”, spettacolo danzato in due atti su musiche di Benjamin Britten , dedicato alle opere di due grandi pittori, “Il trafugamento del corpo di San Marco”di Tintoretto e speculare il disegno di Michelangelo “Il rapimento di Ganimede” .

Conclude domenica 31 luglio la musica di “Métamorphoses” , raffinata proposta musicale che vede la sinergia di Ecovanavoce per l’Italia e Faenza per la Francia e sapientemente interpretata da Marco Horvat (voce) . Inizio spettacoli alle ore 21,15.


Condividi la notizia:
1 luglio, 2011

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR