--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tuscania - Scuola materna - Si susseguono gli incontri al provveditorato, per trovare una soluzione

Tante classi e pochi insegnanti

Condividi la notizia:

Massimo Natali

Massimo Natali, sindaco di Tuscania

Riceviamo e pubblichiamo – Alcuni giorni indietro l’amministrazione comunale è venuta a conoscenza del fatto che, nel prossimo anno scolastico, alla scuola materna di Tuscania, le numerose iscrizioni, contrariamente alla tendenza nazionale, richiedevano la formazione di una classe in più.

Il sindaco, informato dalla dirigente scolastica Catalano di aver inoltrato al Provveditorato la richiesta per un aumento dell’organico di due insegnanti per coprire l’esigenza, comunicava la notizia al delegato alla Pubblica Istruzione che, attivatosi prontamente, otteneva un appuntamento con il Provveditore.

Dall’incontro scaturiva che, la possibilità di ottenere la nomina per due insegnanti era molto remota, a causa della particolare situazione che, la nazione prima, la Regione e la Provincia poi, stanno attraversando: la pubblica istruzione non è stata esentata dai tagli che hanno riguardato tutti i settori.

Contemporaneamente il funzionario del Provveditorato preposto forniva indicazioni su possibili soluzioni tecniche che la dirigente avrebbe potuto mettere in atto per la soluzione del problema.

Successivamente Catalano incontrava il Provveditore e, assieme allo stesso funzionario, discuteva delle possibili soluzioni alternative alla nomina di due insegnanti. A conclusione dell’incontro, dal ventaglio di soluzioni rimaneva quella che, probabilmente, la dirigente vorrà attuare, in accordo con l’amministrazione, sulla quale ci asteniamo dal dare indicazioni.

Un pensiero di gratitudine deve essere indirizzato ai genitori che si sono fatti portavoce dell’esigenza presso l’amministrazione e un particolare ringraziamento alla dirigente Catalano per l’impegno profuso, in collaborazione con l’amministrazione comunale, nell’individuazione di una soluzione alternativa che, in conclusione, dovrà essere accolta, speriamo con soddisfazione di tutti, come soluzione di compromesso in un momento nel quale la congiuntura chiama tutti i cittadini, nessuno escluso, a un consapevole sacrificio.

 

Comune di Tuscania

 


Condividi la notizia:
31 luglio, 2011

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR