Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Lettere - Scrive Mariella Zadro

A chi serve un armadio?

Condividi la notizia:

L'armadio abbandonato per strada

L'armadio abbandonato per strada

L'armadio all'angolo della strada

L'armadio all'angolo della strada

Riceviamo e pubblichiamo – Egregio direttore,

mi rivolgo per l’ennesima volta a lei, credo la quarta da alcuni mesi, per il problema dell’immondizia o oggetti ingombranti da eliminare perché in disuso.

Vengo al fatto. Nelle prime ore del pomeriggio, rientrando a casa, trovo tra il portone d’ingresso e il garage un mobile blu non proprio di ottima fattura.

In un primo momento ho pensato che qualcuno l’avesse appoggiato, per poi portarlo via. Ma, purtroppo così non è stato. Non si conosce il proprietario, anche perché in questi giorni tra le vie del centro della città c’è un traffico di traslochi notevole.

Ragazzi che lasciano “abitazioni garage” per andare in appartamenti apparentemente arredati, cittadini stranieri, che tornano dalle ferie e rinnovano gli arredi, cioè manutenzione ordinaria e straordinaria degli appartamenti. Ora dovremo aspettare lunedì mattina (oggi, ndr)  per chiede di portarlo in discarica.

Nel frattempo speriamo che nessuno lo urti con le macchine, non cada in terra, non venga trasferito nell’angolo di via dei Mille, dove stazionano spetto materassi, seggiole, televisori, immondizia, plastica ecc.

Perché, e questo potrebbe essere un suggerimento ai nostri amministratori, non organizzare come ci sono in alcuni paesi europei il magazzino di condominio o di quartiere?

Ogni cittadino ci può mettere gli arredi che non utilizza più, può scambiarne con altri o semplicemente utilizzarli per arredare una nuova casa. Noi residenti al centro storico di Viterbo, chiediamo troppo?

Forse è arrivato proprio il momento di controllare tutto il servizio di pulizia della nostra città.

Sarebbe opportuno che chi di dovere si facesse alcune domande: perché al centro stanno chiudendo molti negozi? Sarà possibile vedere le nostre belle fontane più curate? Vogliamo controllare chi veramente effettua la raccolta differenziata dei rifiuti? Vogliamo sistemare le poche aree verdi rimaste? E’ chiedere troppo? Auguriamoci che molti cittadini riscoprano quel bel concetto che si chiama rispetto e senso civile.

Mariella Zadro


Condividi la notizia:
12 settembre, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR