__

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Rinvii a giudizio per lo scandalo Cev - Il sindaco Marini non badi alla sua poltrona ma decida in tempi stretti nell'interesse della città

Il comune si costituisca parte civile e gli assessori si dimettano

di Carlo Galeotti
Giulio Marini

Giulio Marini

– Ma non sarà il caso che il comune si costituisca parte civile nel processo per lo scandalo Cev? E non sarà il caso che i politici rinviati a giudizio facciano un passo indietro? Soprattutto gli assessori.

Il processo per lo scandalo Cev, con i rinvii a giudizio per associazione a delinquere e abuso d’ufficio, pone all’amministrazione Marini un problema politico non da poco. Da un lato appare obbligatorio che il comune si costituisca parte civile per i danni che potrebbero essere appurati nei confronti dell’amministrazione.

Danni che la corte dei conti ha quantificato in milioni di euro. Dall’altro lato questo significherebbe per Marini andare in contrasto politico con una serie di consiglieri e con almeno tre assessori.

La decisione inoltre deve essere presa in tempi brevi. La costituzione di parte civile deve essere presentata entro il 13 dicembre, data della prima seduta del processo. Una decisione peraltro che deve prendere la giunta.

E proprio per questo è il caso che gli assessori rinviati a giudizio, Giovanni Arena, Paolo Muroni e Sandro Zucchi, si dimettano. Arena è in partenza per l’Arpa e va bene. Contenta la Polverini… Ma gli altri due con quale serenità potranno operare?

La questione si pone anche per il presidente del consiglio Giancarlo Gabbianelli che si è difeso in modo veemente in questi giorni. Anche in questo caso si è arrivati al rinvio a giudizio. E allora è il caso di fare un passo indietro o no?

Può il consiglio comunale essere presieduto da chi è stato rinviato a giudizio per aver causato, secondo l’accusa, danni all’amministrazione?

In altre latitudini le dimissioni sono arrivate immediate non al rinvio a giudizio ma quando sono stati emessi gli avvisi di garanzia. Altre situazioni verrebbe da dire. Ma anche altro stile.

Questo anche se va detto con chiarezza che ovviamente fino alla sentenza definitiva tutti i rinviati a giudizio sono per la legge italiana innocenti, ma l’opportunità politica è un’altra cosa. Anzi, come si continua a dire da tutte le parti, il vaglio politico dovrebbe arrivare molto ma molto prima di quello della magistratura.

Il vero snodo politico-amministrativo sembra essere questo: è possibile per Marini & c. sopravvivere e amministrare serenamente con ben tre assessori su nove rinviati a giudizio e per giunta per fatti che, se accertati, hanno danneggiato pesantemente l’amministrazione e quindi la città? O non è meglio andare al voto in tempi stretti?

Il sindaco Marini tiene più alla sua poltroncina o all’interesse della città?

Come dire: se il sindaco c’è, batta un colpo.

Un’ultima cosa.

Su chi guida l’opposizione, tal Ugo Sposetti di professione ferroviere, va steso un velo pietoso. Chissà di quali grandissime questioni si starà occupando? Ma perché anche lui non fa un passo indietro, visto il modo indecoroso con cui guida l’opposizione a palazzo dei Priori. Si fa per dire “opposizione”, ovviamente.

Il silenzio di Sposetti & c. appare sideralmente lontano dalla realtà che la città sta vivendo. Nessuno vuole sparare sulla Croce Rossa, ma l’opposizione qualche questione politica forse dovrebbe porla visto ciò che sta accadendo. O no?

Carlo Galeotti

26 ottobre, 2011

Cev ... Gli articoli

  1. Processo Cev, alla sbarra restano in sette
  2. No alla sentenza subito per Gabbianelli
  3. Processo Cev, per Gabbianelli sarà sentenza subito?
  4. Gabbianelli: "No alla prescrizione, si vada a sentenza"
  5. Processo Cev, parola ai testimoni delle difese
  6. Trenta accuse prescritte, quel che resta del Cev
  7. Processo Cev, battaglia sui testimoni
  8. Soldi "per mandare in vacanza i politici", Ciucciarelli si difende
  9. "Nessuna cena con i politici di An"
  10. Processo Cev, tocca alle difese
  11. Cev, il comune batte cassa ma gli imputati fanno ricorso
  12. Gabbianelli si difende per più di quattro ore
  13. Fatture false al Cev, prosciolti in quattro
  14. "Costretto ad andare a cena coi politici di An"
  15. "Duemila euro per mandare in vacanza i politici"
  16. Balducci non aveva precisi obblighi di controllo
  17. "Una sentenza che mi ha restituito il sorriso"
  18. Cev, assolto Armando Balducci
  19. "C'abbiamo in azione il macchinario che fa i coriandoli..."
  20. "Trasferiti perché davamo fastidio"
  21. Crack Cev, parlano i dirigenti comunali
  22. Un buco tra i due e i tre milioni di euro sulle spalle del Comune
  23. "Lavoravamo per la città"
  24. C'era una volta il crack Cev...
  25. Processo Cev, via all'ascolto dei testimoni
  26. Gabbianelli: "Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati"
  27. Fuori dal processo: Rotelli, Arena, Muroni, Fracassini, Tofani e Zucchi
  28. Scandalo Cev, centinaia di testimoni
  29. Processo Cev, slitta l'udienza
  30. Cev e Comune parti civili
  31. Muroni e Zucchi non fanno un passo indietro
  32. Scandalo Cev, parte il processo
  33. Cev, il Comune si costituirà parte civile
  34. Muroni condannato a pagare 190mila euro
  35. Dimettersi? E perché mai...
  36. "Valuteremo se costituirci parte civile"
  37. Bartoletti: Il comune si costituisca parte civile
  38. Cev, in 34 a processo
  39. Solo fango, e ingiuste e preannunciate decisioni...
  40. Cev, Gabbianelli & Co. rinviati a giudizio
  41. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  42. Cev, parlano le difese
  43. Cev, salta l'udienza
  44. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  45. "E' tutto regolare"
  46. Inchiesta Cev, tocca alle difese
  47. Cev, chiesto il rinvio a giudizio per Gabbianelli e gli altri indagati
  48. Cev, una notifica fa saltare l'udienza
  49. Sentenza Cev, tutti pronti a fare ricorso
  50. Gabbianelli attacca magistratura e Finanza

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564