--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Consiglio comunale - Diretta a cura di Giuseppe Ferlicca

Durante l’estate via l’amianto dalla scuola all’Ellera

Condividi la notizia:

Il consiglio comunale

19.20 – fine – Ci sono state ventisei interrogazioni per 24 consiglieri. E’ il conteggio finale del presidente Giancarlo Gabbianelli.

19.19 – Ci sono molte adesioni alla manifestazione per il carcere di Mammagialla. “Un vero e proprio corteo il 17 – spiega Rotelli – per le vie di Viterbo. L’invito è a prendere parte, per lanciare un segnale forte. Venerdì ci sarà una conferenza stampa congiunta dei sindacati”.

19.06 – S’inaugura l’asilo comunale di Monterazzano. “La quarta commissione non si riunisce da mesi – ricorda Mauro Rotelli (Pdl) – chiedemmo i dati dell’infanzia 0 -3 e in modo particolare l’apertura di un asilo era importante capire se con quest’apertura e le convenzioni coi privati, se siamo riusciti a dare possibilità al 30% della popolazione under 36 mesi, come previsto dalla convenzione di Lisbona. Lo chiedo perché vedo molte educatrici sparse nei vari uffici comunali.

Tante che non sono più idonee all’insegnamento”.  Lavoro usurante? “Non lo so se è normale. Per questo con l’interrogazione vorrei capire quante persone sono rimaste fuori graduatoria, il numero dei bimbi all’asilo comunale. In generale, negli ultimi tre anni quanti ne sono entrati? Sull’infanzia 0-3 il Comune non spende poco”.

18.24 – Buoni mensa, lavoratori assunti a tempo attraverso i voucher della Regione e parco pubblico a Bagnaia ancora senza giochi per i bambini e occultato dalle erbacce. Sono le interrogazioni presentate da Fersini (Pd). “Per i voucher – spiega l’assessore Fattorini – sono state stilate graduatorie su competenze specifiche e chiamate secondo l’ordine stabilito. A rotazione. Riguardano solo i lavori pubblici”.

18.20 I lavori per rimuovere l’amianto dalla scuola all’Ellera si faranno durante le prossime vacanze estive e non quelle di Natale. Quindi il prossimo anno. Lo spiega l’assessore Giovanni Arena rispondendo a un’interrogazione.

18.15 – A via Garbini si corre. “Ho verificato che vanno veloci – spiega Raggi (Pdl) – studiamo la situazione, perché lì ci sono stati incidenti. Si possono installare dissuasori per prevenire problemi?”.

18.04 – Barbieri chiede una data. L’esito della gara almeno la fine dell’anno? “Mi è stato detto -precisa Marini – che entro ottobre sarà stilata la graduatoria e entro l’anno l’affidamento dei lavori”.

18.02 – Cinque ditte hanno preso parte al bando sull’igiene urbana. C’è un bando in corso, anticipa il sindaco Marini. “Per stilare la gara – spiega il sindaco – è servita una grande raccolta di dati, con un capitolato il più chiaro possibile. Oggi siamo all’ultimo atto, probabilmente. La commissione sta lavorando sulla graduatoria, mi è stato assicurato, nel più breve tempo possibile”.

17.58 – La città è sporca. Denuncia di Barbieri (Pd). “Perché avete puntato sul porta a porta – spiega Barbieri – poi sui municipi ho sentito che ci sono intese per farli, vorrei capire qual è la situazione”.

17.51 – Il presidente della Repubblica Napolitano a Viterbo. Sergio Insogna (Pd) sta predisponendo una mozione affinché il sindaco Marini lo inviti ufficialmente. Il prossimo anno, per Santa Rosa o in coincidenza di Viterbo città dello Sport, sempre il prossimo anno. “Così – spiega Insogna – da dare il giusto risalto a una personalità di così alto spessore”.

17.42 – C’è una delibera per un incarico a un professionista per una somma di 10mila euro, per la valutazione degli immobili alle ex terme Inps. Incarico stabilito da Comune e Regione, ma solo il Comune paga. Sergio Insogna (Pd) si domanda perché.

17.37 – Marini sull’arsenico tranquillizza. Le procedure della Regione stanno andando avanti e in città ci sono dieci casette che erogano acqua. “Obiettivo finale – precisa Marini – è mettere dearsenificatori ai pozzi”.

17.34 – Guancini poi si replica. Non avendo ricevuto risposte precedentemente, torna a chiedere lumi sul cimitero di Grotte Santo Stefano e l’ampliamento. Problema che va avanti dal 2009.

17.32 – Arsenico nell’acqua, il Comune sta facendo troppo poco e Guancini (Pd) invita il sindaco Marini a non abbassare la guardia e a risolvere nel minor tempo possibile il problema.

17.24 – Meglio cambiare argomento, senno si va a litigare, suggerisce Innocenzi (Sel). Tra le richieste per entrare in graduatoria per la commissioni sulle case popolari, c’è anche la richiesta della dichiarazione dei redditi. “Volevo sapere quale è il sistema che è stato adottato, perché la dichiarazione?”.

Marini specifica: “Non si chiede a chi si candida quanto percepisce – precisa – ma la conoscenza di un dichiarazione dei redditi. Si deve stilare una graduatoria e quindi  si deve conoscere la materia per dare un punteggio”.

17.18 – Obiettivo raggiunto, per Marcosano. Far discutere sull’argomento e quindi già da oggi il gruppo su Facebook sarà rimosso. “Spero che nessuna donna se ne abbia a male – dice Marcosano – non era nelle intenzioni”.

17.17 – Forza Gnocca, il gruppo aperto su Facebook dal consigliere Marcosano (Pdl) entra in consiglio e Linda Natalini (Pd) chiede chiarimenti.

“Sto rispondendo a chi mi ha chiesto chiarimenti su Tusciaweb – dice Marcosano – lo faccio anche qui. Certa stampa ha dato risalto alla frase che non si sa bene se l’abbia detta Berlusconi, piuttosto che su argomenti più importanti. Una battuta detta privatamente che ha fatto succedere il finimondo. Io ho voluto solo fare una provocazione. Non pensavo di centrare così l’argomento. Invece è stata presa dal quotidiano e ci ha fatto un articolo. Era solo uno scherzo per far capire come stiamo spostando i problemi importanti di un Paese su altro“.

17.13 – A tutti i semafori ci sono i barboni che chiedono l’elemosina. Lo fa notare Turchetti (La Destra). “Ma ce n’è uno – spiega Turchetti – che dorme nella zona antistante i locali del Comune in via Garbini. Il pavimento sta diventando giallo paglierino.

Bisognerebbe mandarlo via”. Qualcuno tra i banchi prova a suggerire di trovare un posto per l’uomo e Turchetti a microfono spento suggerisce a sua volta: “Portalo a casa tua”.

Marini precisa che “presto al palazzo comunale sarà posto un cancello, mentre per la parte dei semafori, la norma all’epoca approvata è stata bocciata e quindi non è possibile intervenire”.

17.05 – Non c’è molto da studiare, per Marini. “Ho votato non sempre con gioia i provvedimenti – spiega Marini – in Parlamento, ma anche in Comune. Probabilmente ci siamo resi conto tardi che c’aspettava una crisi economica importante. Non sono un sostenitore dei metodi tremontiani, ma capisco la sua difficoltà nel dover tagliare anziché pensare allo sviluppo”.

16.53 – Sui banchi il tema scuola, con l’interrogazione di Lisa Ciambella (Pd). 700 posti di lavoro venuti a mancare negli ultimi tre anni per la riforma Gelmini.

“C’è stata una previsione sbagliata – spiega la Ciambella – e sopratutto un’impossibilità nel definire un organico, con la scorta degli insegnanti disponibili. Non si può fare finta di nulla. Lei, sindaco, non sente il peso d’avere votato in Parlamento una siffatta riforma? Questa città, non riconosce sindaco, che avrebbe meritato di più?”.

16.50 – L’assessore Giovanni Arena fa ammenda sulla situazione a strada Ponte Sodo e si augura di recuperare il tempo perduto.

16.45 – Proseguono le interrogazioni e Ricci (Pd) torna su strada Ponte Sodo. Ampliamento della quale gli abitanti aspettano da anni. “Prima si costruisce e poi semmai si fanno le opere di urbanizzazione – spiega Ricci – e poco o nulla si è visto dei lavori previsti”. Dal 2009, data d’inizio, a oggi.

16.40 – Tocca a Maurizio Tofani (Udc) affrontare il problema della società Tusciaexpo, nata per realizzare il polo fieristico alla Volpara, ma di fatto ferma e con i bilanci in perdita, non ricevendo più stanziamenti.

16.30 – L’ufficio turistico arriva in consiglio comunale.

Il bando che ha riaffidato il servizio alla società che lo aveva precedentemente in gestione è passato sotto la lente d’ingrandimento della stessa maggioranza, con Giuseppe Talucci Peruzzi (Pdl) che si domanda come mai la gara non sia passata attraverso l’apposita commissione, punto che vede concordare anche il collega di partito Antonio Fracassini


Condividi la notizia:
10 ottobre, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR