Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il deputato Pd plaude all'avvio del corridoio tirrenico

“Ora completare la Trasversale con finanziamenti privati”

Condividi la notizia:

Ugo Sposetti

Ugo Sposetti

– “L’inaugurazione dei lavori del Corridoio tirrenico rappresenta una grande opportunità per il territorio. Anche Viterbo otterrà i benefici di questa opera.

Se aggiungiamo l’annuncio del presidente dell’Anas Pietro Ciucci circa la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della gara d’appalto per il lotto di 100 milioni di euro tra Cinelli e Monteromano, riusciamo a capire che quello attuale è un momento cruciale: dovremmo ragionare sulla possibilità che chi opererà nel cantiere dell’autostrada pensi a realizzare l’ultimo tratto della Trasversale senza aspettare finanziamenti pubblici che non arriveranno mai”.

Così Ugo Sposetti, deputato del Partito democratico nonché capogruppo in consiglio comunale a Viterbo, dopo aver partecipato questa mattina alla cerimonia che ha dato il via ai lavori del Corridoio tirrenico.

“La Sat – racconta – è una società nata per iniziativa degli enti locali attraversati dall’Aurelia sin dal 1968. Per 43 anni le progettazioni presentate dai dirigenti non sono state approvate. Poi, a cavallo tra la legislatura precedente e quella attuale, le due Regioni coinvolte e i sindaci hanno operato in maniera molto positiva, così come anche la Sat. La scelta, che ho apprezzato molto e che io stesso avevo caldeggiato, è stata quella di ampliare l’Aurelia, unico modo per superare i vincoli, le resistenze e le giuste rimostranze degli agricoltori, garantendo al contempo la sicurezza dell’arteria”.

“Il mio plauso – aggiunge Sposetti – va al ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Altero Matteoli, al presidente e amministratore delegato di Sat Antonio Bargone e Ruggiero Borgia, all’amministratore unico di Anas Pietro Ciucci, ai sindaci coinvolti, ai due presidenti delle Province interessate, nonché ai rappresentanti delle Regioni Lazio e Toscana”.

Quindi, la prospettiva di completare la Trasversale. “Come per il Corridoio tirrenico, realizzato con soldi esclusivamente privati, la politica viterbese, le forze economiche e sociali dovrebbero ora trovare – conclude- un punto d’incontro per far sì che l’ultimo tratto della Orte-CIvitavecchia venga ultimato senza finanziamenti pubblici e abbandonando gli attuali progetti faraonici che prevedono tunnel. Soluzione che, in una zona così ricca di reperti archeologici, non potrà mai essere realizzata”.


Condividi la notizia:
17 ottobre, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR