--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coldiretti e Cia insieme per il rinnovo del consiglio del Consorzio di Bonifica maremma Etrusca

Presentata la lista “Uniti per l’agricoltura

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Riceviamo e pubblichiamo – Presentata sabato mattina la lista “Uniti per l’agricoltura” che vede Coldiretti e Cia insieme per il rinnovo del consiglio del consorzio di bonifica della Maremma Etrusca.

La lista presentata, nel segno della continuità e degli accordi presi alle precedenti consultazioni elettorali, vuole proseguire nella gestione unitaria dell’ente chiamato a svolgere una importante funzione per la tutela e la valorizzazione del territorio e degli ecosistemi ambientali.

Il consorzio di bonifica è da sempre impegnato a programmare e gestire sul territorio l’importante e complesso sistema irriguo per di garantire all’agricoltura quella elasticità e qualità nelle produzioni necessarie per affrontare la concorrenza dei mercati.

Consapevoli del ruolo fondamentale svolto dal consorzio e dalla buona gestione unitaria degli ultimi anni con la presidenza Palombi, con il contributo di tutte le organizzazioni agricole e dell’università agraria, gli imprenditori di Tarquinia, Pescia e Montalto associati a Coldiretti e Cia si sono impegnati fino all’ultimo per un coinvolgimento di tutto il mondo agricolo nella sua gestione, ritenendo che in alcune realtà sensibili, come può essere questo comprensorio, le divisioni e i personalismi non fanno bene mentre l’unità di intenti porta a risultati importanti.

Chiunque oggi si presenti, al di fuori della lista 1 – “Uniti per l’agricoltura”, lo fa a titolo strettamente personale e non come indicazione o condivisione ne della Coldiretti né della Cia che hanno fatto, attraverso i loro consigli provinciali e territoriali, la scelta di correre insieme e di rispettare gli impegni presi e sottoscritti cinque anni fa.

Questi sono i presupposti con i quali i componenti della lista “Uniti per l’agricoltura” pensano di amministrare l’ente di bonifica dopo aver cercato in tutti i modi di evitare ogni rottura con l’impegno di gestire un ente che deve essere ad esclusivo servizio degli agricoltori e dei consorziati, ascoltando e dando risposte certe a tutti.

Purtroppo a Tarquinia si è persa un’occasione e ora, per Coldiretti e Cia diventa fondamentale un confronto leale, trasparente e non demagogico, sulle scelte che potranno avere delle conseguenze per le nostre imprese e soprattutto per la tutela del nostro territorio. Nelle prossime settimane saremo impegnati in tutta la Maremma a spiegare a tutti i proprietari di terreni e abitazioni l’importanza di questa scelta che non può essere ridotta a una fastidiosa e non indispensabile formalità burocratica.

Il voto del 20 novembre è un appuntamento da non mancare, il contributo di ciascuno sarà determinante.

Coldiretti Viterbo


Condividi la notizia:
31 ottobre, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR