Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Riunione Pdl all'insegna del manuale Cencelli - Arena all'Arpa, si apre il totosuccessore in comune

Provincia, giunta confermata e staffetta per la presidenza

di Giuseppe Ferlicca

Condividi la notizia:

Marcello Meroi

Marcello Meroi

– Conferma dei quattro assessori attualmente fuori giunta e staffetta per la presidenza del consiglio provinciale.

E’ questa l’indicazione emersa nella riunione del Pdl convocata da Marini, presente il coordinatore regionale Piso, per sbloccare un partito fermo su veti incrociati. Una soluzione democratica.

Il presidente del consiglio, è stato detto, deve rappresentare tutto il gruppo, quindi uno tra Staccini e Bruni, in tandem con Fracassini. Chi parte dei due per primo lo dovrà stabilire una votazione interna al partito da parte dei consiglieri Pdl, prima di andare in consiglio, dove a quel punto Udc e Torromacco della lista civica dovrebbero attenersi alle indicazioni del principale partito della coalizione.

Chi ottiene più voti sarà primo, l’altro in lista d’attesa, magari con qualche incarico che lo stesso Meroi potrebbe affidargli, visto che conserva nella sua disponibilità alcune deleghe fra cui quella per la polizia provinciale.

In giunta, Equitani, Bianchini, Fraticelli e Simeone dovrebbero essere tutti confermati, mentre non si sa nulla sul capogruppo, dopo che Gianluca Mantuano si è dimesso. Non sembra uno scoglio troppo grosso da superare.

Intanto però, se si potrebbe stabilizzare la Provincia, a fibrillare potrebbe essere il Comune. Il presidente della Regione Renata Polverini ha firmato il decreto con cui nomina Giovanni Arena sub commissario Arpa, informando Piso e Meroi, mentre Marini e il diretto interessato già lo sapevano.

Di fatto rendendo incompatibile il suo ruolo da assessore. Si dovrà dimettere, aprendo il toto successore. Che potrebbe essere affidato ai numeri. Non a caso. Con lo stesso criterio della Provincia.

Facendo una proporzione tra consiglieri e assessori Pdl, ogni rappresentante in giunta ha il sostegno di tre consiglieri (media matematica e non politica). Attualmente il gruppo dei quarantenni non ha rappresentanti nella squadra di governo e conta sei consiglieri.

I numeri darebbero ragione a loro. E la politica?

Sul dopo Arena si erano avanzate molte proposte e non solo dal Pdl. Tutto lascia pensare che servirà una calcolatrice scientifica, d’ultima generazione.


Condividi la notizia:
16 ottobre, 2011

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR