__

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Rinvii a giudizio per lo scandalo Cev - Il sindaco Giulio Marini tentenna e non chiarisce cosa farà entro il 13 dicembre

“Valuteremo se costituirci parte civile”

Giulio Marini

–  “Valuteremo se costituirci parte civile. Questa è una decisione “di transizione”, che non condanna nessuno e che il giudice deve ancora motivare. Per sbilanciarsi sul futuro è ancora troppo presto”. Il sindaco di Viterbo Giulio Marini tentenna, prende tempo e non se la sente di dire come agirà il Comune all’indomani dei rinvii a giudizio per lo scandalo Cev. Vuole attendere che sia la giustizia a fare il suo corso, stabilendo eventuali responsabilità.

“Aspetto di vedere le carte prima di prendere decisioni – afferma Marini -. Non abbiamo ancora a disposizione le motivazioni dei rinvii a giudizio. Appena ci saranno i documenti faremo un approfondimento e valuteremo cosa fare”.

La decisione sul Cev è arrivata nella tarda serata di venerdì e il Comune avrà tempo fino al 13 dicembre, data dell’inizio del processo, per decidere. “La notizia dei rinvii era nell’aria- dice Marini -, ma ho fiducia nella giustizia e negli uomini. Non voglio sostituirmi alla legge, ma, dal punto di vista politico, mi sento di dire che ho lavorato e lavoro con persone oneste”.

L’inchiesta coinvolge parte dell’amministrazione attualmente in carica, tra cui gli assessori Giovanni Arena, Paolo Muroni e Sandro Zucchi. Un problema politico non da poco, ma che per il primo cittadino diventerebbe tale solo al momento della condanna definitiva.
“Mi giudico una persona onesta – dice Marini -. Da quello che ho potuto constatare in questi tre anni, ho avuto a che fare con uomini che hanno lavorato, anche nella precedente amministrazione, e che hanno dato prova di correttezza negli atti portati a compimento.

L’eventuale danno all’amministrazione sarà stabilito dai giudici nelle diverse fasi processuali. Solo quando i fatti saranno accertati faremo un’analisi più approfondita, coinvolgendo anche il partito. Ma dobbiamo tenere conto che ancora non c’è un giudizio definitivo e non sono io che devo giudicare. Non spetta a me. Io devo solo assicurare la serietà della mia amministrazione e sfido chiunque a dire il contrario”.

Quali saranno a questo punto le prospettive per il comune?
“Le prospettive sono difficili a prescindere da queste questioni. C’è una crisi economica internazionale da affrontare. Per quanto riguarda il Cev dobbiamo capire chi ha sbagliato tra la politica e chi ha amministrato. A oggi la situazione è ancora confusa ed è per questo che sono state avviate azioni di responsabilità da parte del comune per fare chiarezza. E’ vero, il rinvio a giudizio c’è. Manca, però, una condanna“.

26 ottobre, 2011

Cev ... Gli articoli

  1. Processo Cev, alla sbarra restano in sette
  2. No alla sentenza subito per Gabbianelli
  3. Processo Cev, per Gabbianelli sarà sentenza subito?
  4. Gabbianelli: "No alla prescrizione, si vada a sentenza"
  5. Processo Cev, parola ai testimoni delle difese
  6. Trenta accuse prescritte, quel che resta del Cev
  7. Processo Cev, battaglia sui testimoni
  8. Soldi "per mandare in vacanza i politici", Ciucciarelli si difende
  9. "Nessuna cena con i politici di An"
  10. Processo Cev, tocca alle difese
  11. Cev, il comune batte cassa ma gli imputati fanno ricorso
  12. Gabbianelli si difende per più di quattro ore
  13. Fatture false al Cev, prosciolti in quattro
  14. "Costretto ad andare a cena coi politici di An"
  15. "Duemila euro per mandare in vacanza i politici"
  16. Balducci non aveva precisi obblighi di controllo
  17. "Una sentenza che mi ha restituito il sorriso"
  18. Cev, assolto Armando Balducci
  19. "C'abbiamo in azione il macchinario che fa i coriandoli..."
  20. "Trasferiti perché davamo fastidio"
  21. Crack Cev, parlano i dirigenti comunali
  22. Un buco tra i due e i tre milioni di euro sulle spalle del Comune
  23. "Lavoravamo per la città"
  24. C'era una volta il crack Cev...
  25. Processo Cev, via all'ascolto dei testimoni
  26. Gabbianelli: "Rinuncio alla prescrizione per tutti i reati"
  27. Fuori dal processo: Rotelli, Arena, Muroni, Fracassini, Tofani e Zucchi
  28. Scandalo Cev, centinaia di testimoni
  29. Processo Cev, slitta l'udienza
  30. Cev e Comune parti civili
  31. Muroni e Zucchi non fanno un passo indietro
  32. Scandalo Cev, parte il processo
  33. Cev, il Comune si costituirà parte civile
  34. Muroni condannato a pagare 190mila euro
  35. Dimettersi? E perché mai...
  36. Bartoletti: Il comune si costituisca parte civile
  37. Il comune si costituisca parte civile e gli assessori si dimettano
  38. Cev, in 34 a processo
  39. Solo fango, e ingiuste e preannunciate decisioni...
  40. Cev, Gabbianelli & Co. rinviati a giudizio
  41. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  42. Cev, parlano le difese
  43. Cev, salta l'udienza
  44. Cev, si decide sul rinvio a giudizio
  45. "E' tutto regolare"
  46. Inchiesta Cev, tocca alle difese
  47. Cev, chiesto il rinvio a giudizio per Gabbianelli e gli altri indagati
  48. Cev, una notifica fa saltare l'udienza
  49. Sentenza Cev, tutti pronti a fare ricorso
  50. Gabbianelli attacca magistratura e Finanza

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564