--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Per capire quale sarà il futuro dei quaranta dipendenti che lavoravano nel capannone distrutto dalle fiamme

Mondo Convenienza, Marini incontra l’azienda

di Francesca Buzzi
Condividi la notizia:

Incendio al capannone di Mondo Convenienza

Il sindaco Marini guarda le macerie del Mondo Convenienza

Incendio al capannone di Mondo Convenienza

Incendio al capannone di Mondo Convenienza, il sindaco sul posto

Incendio al capannone di Mondo Convenienza

– Mondo Convenienza, Marini incontra l’azienda.

Il capannone dell’azienda è completamente distrutto. Le fiamme che hanno aggredito la struttura hanno carbonizzato mobili, suppellettili, e tutto quello che c’era. Ma uno dei problemi più grandi che deve essere affrontato ora è il futuro dei quaranta dipendenti dell’azienda.

Quaranta persone, soprattutto ragazzi, che da un giorno all’altro si sono ritrovate con il luogo di lavoro distrutto e con non poche  incertezze sul proprio futuro. Alcuni di loro, quelli che avevano il turno martedì mattina, hanno scoperto coi loro stessi occhi cosa era successo. Una mattina come tante hanno parcheggiato di fronte al capannone e l’hanno trovato bruciato, ripiegato su se stesso dal fuoco, sventrato e svuotato.

Ora queste quaranta persone non sanno se, come e quando potranno riprendere a lavorare.

Il sindaco Marini, che già la mattina stessa della tragedia si era recato sul posto per rendersi conto di cosa era successo, incontrerà oggi i vertici dell’azienda per tentare di capire quale sarà il futuro di queste quaranta persone.

“Non abbiamo ancora alcuna idea di cosa si potrà fare – dichiara Marini prima dell’incontro -. Tenteremo ovviamente di fare il possibile e di trovare una strada che possa mettere d’accordo tutti, ma la situazione non è certo rosea. In un periodo come questo dove le certezze lavorative ed economiche vacillano in ogni campo, una disgrazia del genere non è facile da gestire.

Per ora non saprei proprio cosa aspettarmi da questo incontro. La voglia e l’interesse di mettersi a disposizione c’è senza dubbio. Dopo il confronto spero e immagino che avremo tutti le idee più chiare”.

Intanto il capannone del Mondo Convenienza è ancora sotto osservazione.

I vigili del fuoco, che hanno lavorato per tutta la giornata di martedì, ieri non sono più dovuti intervenire. Le fiamme infatti sono già spente e non ci sono pericoli di focolai.

La struttura, poi, è sotto sequestro e gli investigatori la stanno passando al setaccio per capire le cause dell’incendio, se ci sia la mano di qualcuno oppure se si sia trattato soltanto di un incidente.

A giorni, forse all’inizio della prossima settimana, dovrebbero essere resi noti i primi risultati dei rilievi del Nia, il nucleo investigativo antincendio.

Ancora da quantificare, infine, l’entità precisa dei danni che si aggira sicuramente intorno a diversi milioni di euro.


Condividi la notizia:
1 dicembre, 2011

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR