- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

L’anno della strage di Acquapendente

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

Giampaolo Greco [4]

Giampaolo Greco

La Digos cerca di dissuadere Arrabito dai suoi propositi suicidi [5]

La Digos cerca di dissuadere Arrabito dai suoi propositi suicidi

Robert Fabbri [6]

Robert Fabbri

Imo Seri [7]

Imo Seri

Katia Pellizzari, la giocatrice morta in un incidente [8]

Katia Pellizzari, la giocatrice morta in un incidente

[9]

Il comitato elettorale di Dominga Martines imbrattato

Il treno deragliato sulla Viterbo-Soriano [10]

Il treno deragliato sulla Viterbo-Soriano

L'incendio in via Rasetti [11]

L'incendio in via Rasetti

Il fuoristrada nel fosso [12]

Il fuoristrada nel fosso

L'ultraleggero nel burrone [13]

L'ultraleggero nel burrone

[14]

Maurizio Sorrentino

Vasilica Goldum, arrestato per omicidio del fratello [15]

Vasilica Goldum, arrestato per omicidio del fratello

Incendio al capannone di Mondo Convenienza [16]

L'incendio al capannone di Mondo Convenienza

– L’anno degli incidenti stradali e degli incendi. Con il 2011, si chiudono dodici lunghi mesi di cronaca nera. Dall’omicidio-suicidio di Acquapendente ai capannoni in fiamme. Dalle strade killer alle scomparse. Alcune a lieto fine, come quella della 16enne Sibylla Piccioni. Altre tragiche, come nel caso di Giampaolo Greco, trovato morto in un burrone a Calcata.


Gennaio

L’anno inizia proprio con le ricerche di Greco. Il 43enne scompare da Calcata il primo gennaio. Viene trovato il 5. Il cadavere è in un dirupo. La morte, diranno i medici, avviene per cause naturali.

Lo stesso giorno, la frana a Roccalvecce. Un costone di roccia si stacca in via delle Province, ostruendo la principale via d’accesso alla frazione. Un giovane a bordo del suo furgone evita in extremis la pioggia di massi. Si salva per miracolo.

Gennaio è anche il mese del minacciato suicidio di Bartolomeo Arrabito. Il ristoratore di via della Palazzina lo annuncia due settimane prima: se il giudice lo sfratterà, il 25 gennaio si darà fuoco nel suo ristorante. Detto e (quasi) fatto: la Digos lo blocca prima che si cosparga di benzina.

Intanto, il 13 gennaio, i carabinieri di Civita Castellana arrestano Francesco Vincenzi. Il compagno di Marcella Rizzello, uccisa a coltellate davanti alla figlia nel 2010, finisce in cella per spaccio di droga. Uscirà il 4 febbraio. Sei in tutto le misure cautelari: tre arresti, una denuncia e due obblighi di firma.


Febbraio

Un’altra scomparsa, stavolta di Vasile Pop, il 19enne che, di punto in bianco, sparisce da Vignanello. La famiglia è disperata, ma dopo nove giorni lui si fa vivo: sta bene ed è a Roma, ma non ha intenzione di tornare.

A Ronciglione, il 39enne Robert Fabbri si schianta contro un albero con la sua auto. Muore sul colpo.

Pochi giorni dopo, la squadra mobile arresta un operaio a Tarquinia. E’ accusato di aver violentato la nipote di 13 anni da quando ne aveva 9 e un’altra adolescente. Lo stesso giorno, un Lince si ribalta sull’Aurelia bis: il bilancio è di un morto, il militare 24enne Nicola Casà, e cinque feriti. Tre giorni più tardi, sempre sull’Aurelia, muore una donna, uscita anche lei fuori strada.

L’assessore ai Lavori pubblici ed ex sindaco di Graffignano Fabrizio Marchini finisce in manette per corruzione e turbativa d’asta. In sei finiscono nel registro degli indagati, compreso l’imprenditore Domenico Chiavarino. E’ Miniera d’oro 2, seguito della precedente indagine Miniera d’oro, sulle cave abusive mascherate da bonifiche agrarie.


Marzo

Altri due incidenti causano altrettanti morti. Uno è l’avvocato Giovanni Fornaciari, schiantatosi con la moto contro un albero a due passi da Porta Romana. L’altro è un pensionato ultraottantenne, falciato da un furgone a Capranica.

Il 6 marzo il palio di Ronciglione si insanguina. La cavalla Tiffany muore durante le prove. La scena si consuma sotto gli occhi di migliaia di visitatori. Le drammatiche immagini fanno il giro del web. La finale salta, così come l’edizione estiva del palio. In quattro, compreso il sindaco Massimo Sangiorgi, ricevono un avviso di garanzia.

Dramma familiare ad Acquapendente: il 41enne Imo Seri massacra moglie e figlio a martellate, poi si uccide.

Incendi e incidenti domestici fanno strage di pensionati. Una 90enne muore per le esalazioni scaturite da un principio di incendio in casa. Un altro viene trovato dal figlio riverso nel camino, completamente carbonizzato.


Aprile

Ancora morti sulle strade. Ad aprile se ne contano altri quattro. Giosuè Salinistro, 56enne travolto da un’auto a Tarquinia. Gino Giulietti, 79enne di Arlena che cappotta con la jeep. E poi il 25enne di Calcata Giordan D’Ignazio e la 37enne viterbese Katia Pellizzari, entrambi in sella alle loro moto, lui a Campagnano, lei a Viterbo in viale Trieste.

La campagna elettorale si fa incandescente a Vasanello. Le vetrate del comitato elettorale di Dominga Martines vengono imbrattate con scritte ingiuriose rivolte alla candidata sindaco.

Due gli scomparsi: la 16enne Sibylla Piccioni e il poliziotto Piero Barbano. Lei, fuggita da Graffignano, viene ritrovata su un treno. Lui svanisce nel nulla.


Maggio

Un treno deraglia sulla Viterbo-Soriano. Sulle rotaie c’è un oggetto metallico. La Procura indaga.

A Mammagialla, un agente della polizia penitenziaria si spara. Il carcere è in piena emergenza sovraffollamento, con pochi poliziotti e troppi detenuti. Tra questi c’è anche l’ex brigatista rosso Luigi Fallico, stroncato in cella da un infarto a fine maggio.

Le vittime della strada sono tre: un pedone, un camionista e un centauro. Un malore improvviso uccide, invece, Peter Boom. L’attore olandese, bagnaiolo d’adozione, si spegne a 75 anni.

Rogo al supermercato Sigma di via Monte Nevoso, a Viterbo. Quando le fiamme divampano il negozio è chiuso. Non ci sono feriti. Più tragico l’incendio che distrugge, dieci giorni dopo, un appartamento in via Rasetti. L’87enne Linda Sganappa muore intossicata. Il nipotino di 9 anni arriva al Policlinico Umberto I in elicottero. E’ grave ma si salva.

Per l’immobiliarista di Capodimonte Settimio Melaragni si riaprono le porte del carcere. L’uomo, condannato a dieci anni per aver ucciso la sua compagna, finisce di nuovo in arresto, stavolta per estorsione e calunnia ai danni di una ex.


Giugno

Tragedia nel Mignone. Il fiume in piena travolge un fuoristrada. Dei quattro passeggeri, muoiono in due. Ci vogliono ore per trovare i cadaveri.

A Caprarola, un 21enne affoga dopo un tuffo.

Sette denunce e due arresti è il bilancio dell’operazione “Pagamenti fantasma” della finanza. Le manette scattano per un tecnico informatico e una funzionaria del Comune di Montalto. L’accusa è di aver organizzato la maxitruffa ai danni del municipio, vistosi sottrarre più di un milione di euro in cinque anni.

Sulle strade si continua a morire. Il 40enne Sandro Vignanelli investe un vitello e si spegne in ospedale dopo due settimane di agonia. A Ischia di Castro un uomo resta schiacciato dal trattore.


Luglio

L’operazione Jimmy sgomina la banda delle rapine a mano armata in banca. Un uomo e due donne annegano a Tarquinia, Montalto e Pescia Romana.

Una terribile esplosione in Afghanistan dilania il caporal maggiore di Caprarola Roberto Marchini, pochi giorni prima del suo 28esimo compleanno.

Panico, il 18 luglio, per una bomba in viale Capocci, a Viterbo. L’ordigno si rivela presto innocuo: non è a rischio esplosione, quindi non è pericoloso.

Riduzione in schiavitù è l’accusa che pende sui due imprenditori arrestati nell’operazione Kunta Singh. Secondo la direzione distrettuale antimafia, avrebbero sfruttato cinque braccianti indiani, costretti a lavorare in condizioni disumane.

Le strade killer mietono altre due vittime. Padre e figlio di 35 e 13 anni si schiantano contro un albero a Fabrica di Roma. Uno muore sul colpo, l’altro sotto i ferri. E’ un infarto, invece, a uccidere il giornalista di Repubblica Giuseppe D’Avanzo, in bicicletta a Calcata con l’amico Attilio Bolzoni.


Agosto

Un ultraleggero partito da Vejano cade a Narni. A bordo ci sono un 40enne di Vitorchiano e una 31enne ungherese. Volano a bassa quota per salutare il figlio di lei, ma urtano i cavi dell’alta tensione e precipitano.

Altro sangue si sparge sulle strade. L’incidente in cui perde la vita il centauro Stefano Tozzi uccide anche la madre, che muore di dolore il giorno dopo. Poi tocca a Siarhei Chikun, 26 anni, anche lui in sella alla sua moto quando impatta contro un’auto sull’Aurelia Bis.

Dopo pochi giorni, un maresciallo dell’Arma finisce in manette. E’ il comandante dei carabinieri di Grotte di Castro, Angelo Benfante, accusato insieme al fratello Enzo di detenzione ai fini di spaccio di droga.


Settembre

Vigilia di Santa Rosa insanguinata al circuito internazionale di Viterbo. Il pilota francese Kevin Gorotyé muore a 23 anni dopo un’acrobazia con la moto. La Procura apre un fascicolo per omicidio colposo. Due gli indagati.

Mentre Fiore del Cielo svetta sui tetti della città, i ladri svaligiano la casa del vescovo Lino Fumagalli. Rubano denaro, crocifissi e calici.

Un frontale sulla Canepinese uccide la 60enne Rosamaria Pandimiglio.

A Monterosi, i carabinieri arrestano l’ex Br Maurizio Sorrentino, campano ma residente nel Viterbese. E’ lui, per gli inquirenti, ad aver massacrato i genitori a martellate nel 2009. Il movente sarebbe stato economico: intascarne l’eredità per pagare i debiti.

Accusato di omicidio anche Soter Mulé, l’ingegnere con la passione per il sesso estremo arrestato dopo la morte di una studentessa in un gioco erotico.

Di omicidio deve rispondere anche il pastore romeno Vasilica Goldum che, in preda all’alcool e alla gelosia, uccide il fratello, presunto amante della moglie. Succede a Oriolo, in un capanno agricolo, il 18 settembre.

Sono giorni di tensione a Mammagialla. Il penitenziario esplode e i detenuti protestano. Uno si taglia i lobi delle orecchie e li mangia. Segno che gli scioperi della fame dei mesi precedenti non bastano più.

Nel frattempo, scattano le 11 ordinanze di custodia cautelare dell’operazione Lions. I reati vanno dallo spaccio alla detenzione di armi, dalle minacce al furto e ricettazione di mobili d’epoca.

Il maltempo devasta Canepina. I danni ammontano a più di due milioni.

Lettere minatorie arrivano all’ex sindaco di Bagnoregio Erino Pompei. Il vicesindaco di Blera Angelo Peruzzi trova un cinghiale morto fuori dal cancello di casa. E’ la seconda intimidazione in nove mesi.


Ottobre

Non si ferma la mattanza degli incidenti stradali. La vittima più giovane del 2011 è Nunzia Rinaldi, 19enne, sbalzata dallo scooter del padre dopo lo scontro con un’auto.

Due in un solo mese i pirati della strada. Uno, il viterbese Pietro Stefanoni, si costituisce dopo aver investito la turista americana Allison Owens a San Giovanni Valdarno (Firenze).

L’altro viene scovato da polizia e carabinieri dopo due giorni di ricerche: è Vincenzo Ventura, l’autotrasportatore che travolge col suo furgone il ciclista Massimo Faccenda sulla superstrada Viterbo-Orte.

In una casa alla Grotticella (Viterbo) si impicca il pentito di camorra Martino Galasso. Il mondo della stampa viterbese piange la giornalista Alessandra Corsi, logorata da una lunga malattia. Il quartiere San Faustino brucia due volte in due giorni: prima l’incendio in un negozio di elettronica, poi, a due passi, quello al cinema Metropolitan.

Il giorno dopo viene trovata morta Anna Maria Gagliano, la donna scomparsa a Tarquinia dopo un incidente stradale.

Gli scontri a Roma fanno nascere una “star”: è Fabrizio Filippi detto Er Pelliccia, immortalato nell’atto di lanciare un estintore. Le pagine Facebook a lui dedicate si moltiplicano.


Novembre

Altri tre incendi, tutti a Viterbo, funestano la fine dell’anno. In fiamme un supermercato, il deposito di carta della Union Printing e il capannone di Mondo Convenienza.

Tre giovani finiscono in manette per un’aggressione in un bar: avevano lanciato le sedie alla titolare perché si era rifiutata di dar loro da bere.

A Belcolle muore il detenuto Giuseppe De Cupis, arrestato poche ore prima per resistenza a pubblico ufficiale. Ai medici aveva detto di essere stato picchiato dai poliziotti.

In un cantiere a Soriano, l’operaio Giuseppe Delle Monache muore schiacciato da una lastra di peperino.

La finanza sequestra un depuratore a Cellere. Il sindaco Leandro Peroni finisce sotto inchiesta.


Dicembre

Una moria di tacchini crea scompiglio in un allevamento di Tarquinia. Ma niente paura, dicono dalla Asl: la carne è commestibile.

A Vitorchiano un operaio 29enne perde la vita nel crollo di un solaio.

Tre giorni prima di Natale, l’irruzione dei carabinieri negli uffici del comandante della polizia locale di Nepi Ennio Zampaletta. Su di lui, la Procura avrebbe aperto un fascicolo per concussione.

Il blitz congiunto a Roma di carabinieri e fiamme gialle fa finire in manette il capo di una banda specializzata nel traffico internazionale di cocaina, la stessa già sgominata nell’operazione interforze Gullit.

L’anno si chiude ancora nel segno degli incidenti stradali. Muoiono una 63enne di Nepi e un settantenne di Vetralla, investito la viglia di Natale.

 

Stefania Moretti


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]