--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Operazione Kunta Sing - A febbraio

Lavoratori sfruttati, al via l’udienza preliminare

Condividi la notizia:

Riccardo Bartoli, vicequestore aggiunto della polizia di Tarquinia

Riccardo Bartoli, vicequestore aggiunto della polizia di Tarquinia

(s.m.) – Lavoratori sfruttati, al via l’udienza preliminare.

Si terrà il 15 febbraio l’udienza preliminare per gli indagati dell’inchiesta Kunta Sing, sulla presunta riduzione in schiavitù di cinque allevatori indiani.

L’indagine approda così in tribunale a un anno esatto dal suo inizio.

Fu nel febbraio 2011, infatti, che il pm Roberto Staffa, della Direzione distrettuale antimafia (Dda), aprì un fascicolo sullo sfruttamento di alcuni lavoratori indiani.

L’indagine svelò un quadro inquietante: in cinque, tutti indiani, di età compresa tra i 29 e i 42 anni, sarebbero stati schiavizzati per almeno sei anni, sottopagati e minacciati di morte.

Uno di loro, laureato in ingegneria meccanica, aveva raccontato agli inquirenti di aver dovuto pagare 15mila euro per il viaggio della speranza in Italia. Poi, una volta arrivato, sarebbe stato costretto a vivere in un alloggio fatiscente, lavorando 14 ore al giorno senza ferie, né giorni liberi.

In due finirono in arresto: L.T., imprenditore 45enne di Canino, titolare di un ristorante a Montalto di Castro, e S.B., indiano, che avrebbe fatto da tramite tra il ristoratore e i cinque. Altre due persone finirono, dopo pochi mesi, nel registro degli indagati.


Condividi la notizia:
28 gennaio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR