Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Movimento degli indignados del Pd - Interviene il presidente del primo circolo Fabio Fontana

Sposetti smettila di difendere la casta!

Condividi la notizia:

Ugo Sposetti

Riceviamo e pubblichiamo – La presidente Polverini e la maggioranza di centrodestra che la sostiene hanno proprio perso il senso del pudore, altrimenti non si spiegherebbe il vergognoso provvedimento con il quale hanno esteso il vitalizio agli assessori regionali esterni, come se non bastassero tutti i privilegi di cui già godono consiglieri e assessori regionali.

I dirigenti del Pdl viterbese cosa ne pensano?

Silenzio tombale.

Ma con altrettante franchezza debbo denunciare la mancata ed adeguata reazione a tale oltraggio alla decenza da parte delle forze di opposizione.

Fatta eccezione del segretario dell’unione comunale del Pd di Viterbo Alvaro Ricci che ha gettato un sasso nello stagno, anzi un macigno, sul tema dei costi della politica e soprattutto dei politici, poco o nulla, in ambito locale, si è sentito.

Io come segretario del primo circolo del Pd (Centro storico – Carmine) sono con lui.

Pensare di farla finita con questi assurdi privilegi è offendere la dignità di qualcuno oppure è cosa sensata di cui il Pd deve farsi carico?

Chi ha ancora passione e voglia di fare politica sul serio, quella fatta di sacrifici e non di tornaconti, quella che si fa per la gente e tra la gente e quella che il più grande compenso che puoi ricevere è un grazie da chi hai teso la mano perché rimasto più indietro, deve avere il coraggio di dire basta ad assurdi privilegi, specialmente in un momento di grave crisi economica e dove la politica chiede sacrifici anche a pensionati che percepiscono neanche mille euro al mese.

In fondo il segretario Ricci cosa ha chiesto?

Ha chiesto semplicemente che vengano eliminati privilegi che definire esagerati è un eufemismo:

-Abolizione dei vitalizi

-Abolizione delle indennità di fine mandato;

– Diminuzione del numero dei parlamentari nazionali e regionali.

Poche sono state le voci di personaggi autorevoli del Pd che hanno proferito parola a sostegno delle questioni poste da Ricci.

Tanto poche che me li ricordo a mente.

I consiglieri comunali Francesco Serra e Francesco Guancini e il mio collega segretario del circolo Gemma Piacentini di Viterbo, Roberto Innocenzi.

Proprio oggi leggo sulla stampa che il circolo di Bomarzo ha approvato all’unanimità un ordine del giorno che sostanzialmente è in linea con il Segretario comunale di Viterbo e che sottoporrò all’approvazione del direttivo del mio circolo in quanto condivido pienamente i contenuti.

Documento assai interessante e condivisibile proprio perché propone un percorso concreto: un referendum popolare, su base regionale, per l’abolizione dei vitalizi e indennità di fine mandato dei consiglieri regionali del Lazio.

Certo, da qualche parte bisogna iniziare, e la Regione, essendo l’istituzione più a portata di intervento, è anche relativamente più semplice provare ad indire un referendum, ma non c’è alcun dubbio che l’azione vada estesa anche ai parlamentari.

Un appello all’amico Sposetti: non sarebbe il caso di sospendere questa disperata quanto assurda difesa dei privilegi dei parlamentari che sta portando al Pd danni di immagine incalcolabili, tanto da far passare in secondo piano le nefandezza della Polverini?

Fabio Fontana
segretario Primo Circolo PD Viterbo


Condividi la notizia:
8 gennaio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR