--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Il comitato locale del Pdl replica a Felice Casini (Udc)

“Vi siete disinteressati di Sutri”

Condividi la notizia:

Sutri

Sutri

Riceviamo e pubblichiamo – Vorremmo tranquillizzare il consigliere Udc Felice Casini, preoccupato tardivamente per la continuità amministrativa di questo Comune, così come evidenziata nell’articolo apparso su Tusciaweb.

Il fatto che non ci siano più i rappresentanti dell’Udc in giunta è cosa nota a tutti, così come note sono le ragioni del perché. Fatta eccezione per la revoca del sindaco a Vincenzo Petroni, vi siete dimessi, disinteressandovi delle conseguenze che avrebbero potuto portare Sutri al commissariamento, con conseguente immobilità amministrativa.

Avete tentato un ricatto ignobile, con richiesta di contropartite politiche (leggi poltrone), in cambio del rispetto di un accordo sottoscritto, che sono state rigettate al mittente con più forza e determinazione delle richieste. Altro che passo indietro per portare serenità, caro Felice. La verità è che non avevate messo in conto la nostra capacità di dialogo con tutte le forze politiche in campo.

La capacità di trovare partner politici, con cui portare a compimento quel programma elettorale per cui la gente ci ha votato ed eletto. Come vedi, non è necessario che tu perda il sonno, preoccupandoti di cosa succederà a questo Comune. Sarà regolarmente amministrato, sostituendo chi si è fatto indietro con chi ha voglia di fare, nell’interesse della popolazione di Sutri.

Ci dispiace sinceramente invece, per quella parte sana dell’Udc che, incapace ad esprimersi nelle sedi appropriate, paga una divisione dalla destra sutrina, per tutelare gli interessi politici di qualche soggetto. Appellarsi poi alle segreterie provinciali, per fare indagini sulla condotta del Pdl a Sutri, è l’ennesima prova dell’arroganza con cui siete abituati a condurre i rapporti politici.

Se l’intento è quello di barattare le nostre posizioni locali, con altre richieste a livello provinciale o regionale, sappi che non piegheremo mai la schiena al ricatto politico, né tantomeno saranno censurati dai dirigenti nazionali del Pdl i nostri atti amministrativi che abbiamo già condiviso con loro.

Ci auguriamo sinceramente che questa lettera possa esserti d’aiuto, per ritrovare la serenità e la tranquillità che un ragazzo come te, agli inizi della propria carriera politica, non deve mai perdere.

Comitato Pdl Sutri


Condividi la notizia:
6 gennaio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR