--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Movimento degli indignados - Il circolo di Bomarzo chiede il referendum per l'abolizione immediata e incalza il segretario provinciale Egidi e la direzione

Vitalizi regionali, è rivolta nel Pd

Condividi la notizia:

Ugo Sposetti sempre più solo?

Mentre Ugo Sposetti difende la casta a Piazza pulita (La7), nel Pd parte la rivolta. Prima il segretario comunale Alvaro Ricci, poi il consigliere Serra e il segretario del circolo del Pilastro “Gemma Piacentini”, Roberto Innocenzi, e ora il circolo di Bomarzo chiedono atti concreti contro i privilegi della casta. Pubblichiamo l’ordine del giorno approvato dal circolo del Pd di Bomarzo in cui si propone di andare a un referendum abrogrativo regionale per annullare i vitalizi da subito. E si invitano tutte le istanze del partito ad aderire all’iniziativa. Ad iniziare dalla direzione provinciale.

– In riferimento alla decisione del consiglio regionale del Lazio di estendere il vitalizio anche agli assessori esterni e in un momento in cui anche a livello nazionale si sta affrontando il tema della riduzione dei costi della politica, il circolo del Partito democratico di Bomarzo nel corso di un incontro del direttivo ha ritenuto opportuno avviare una iniziativa politica che nasca dai circoli territoriali della Provincia di Viterbo che non sia fatta soltanto di buoni propositi e appelli.

Consapevoli che occorre mettere un freno alle spese elevate che l’apparato politico produce, soprattutto in un momento di grande difficoltà e crisi economica che la nostra nazione sta vivendo, ma convinti al tempo stesso che l’esercizio dell’attività politica debba essere pubblicamente sostenuto.

Riteniamo che la riduzione dei costi della politica in questo momento sia un segnale importante al paese e un modo per dare il buon esempio e restituire alla politica il suo ruolo di promotore di giustizia e bene comune.

Pertanto riteniamo opportuno approvare il seguente ordine del giorno:

1. Abolizione immediata dei vitalizi a partire dalla legislatura corrente 2010-2015

(E non inspiegabilmente a partire dal 2015 ossia dalla prossima legislatura senza una giustificata motivazione tecnica e legislativa come approvato dalla Giunta Polverini)

2. Riduzione del 50% delle Commissioni Consiliari (da 19 a 10)

(Come previsto nelle seguenti Regioni: Lombardia n.8, Toscana n.10, Emilia Romagna n.8 Piemonte n.6 e Campania n.8)

3. Modifica dell’articolo 42 comma 1 dello statuto Regionale affinché non siano nominati assessori esterni ai membri eletti nel Consiglio Regionale

(Rispettando in questo modo la scelta degli elettori contenendo al tempo stesso i costi della politica)

Crediamo fortemente che un confronto aperto e continuo con i cittadini, sia critico che propositivo, potrà continuare a far crescere i nostri territori e per questo proponiamo: a. Il referendum abrogativo degli articoli 6bis e 6ter (Indennità di fine mandato) e l’articolo 8 (assegno vitalizio) della legge regionale 2 maggio 1995;

b. La modifica dell’articolo 42 comma 1 dello statuto regionale (assessori esterni) e la modifica degli articoli 14-14bis-14ter-14quater del regolamento del consiglio regionale (commissioni), invitando i consiglieri regionali del Partito democratico del Lazio a farsi promotori di tale richiesta.

Invitiamo i circoli territoriali a sostenere il presente documento con una votazione del direttivo, chiedendo alla direzione provinciale di attivare una campagna di mobilitazione a sostegno dell’iniziativa politica proposta.

Siamo convinti che con l’approvazione di questi atti, i cittadini ritorneranno ad avere fiducia nei politici, generando contestualmente economie di spesa importanti, le quali, sicuramente non saranno sufficienti a risolvere la crisi che attraversa il nostro paese ma restituirebbero credibilità alla classe politica presente e futura.

Il presente documento è stato approvato all’unanimità dal consiglio direttivo del circolo di Bomarzo in data 4 gennaio 2012

Il segretario del circolo
Marco Perniconi

I membri del direttivo
Augusto Ceccolongo – Tiziana Lagrimino – Alberto Castori
Antonio Monchini – Maurizio Cialdea
Maurizio Gaggioli – Stefano Bonori – Omar Buzzi


Condividi la notizia:
6 gennaio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR