--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Eventi - In ben 21 comuni della provincia

Carnevale della Tuscia, da domenica carri e mascherate

Teverina-Buskers-560x60-sett-19

Condividi la notizia:

I carri ad Acquapendente

I carri di Ronciglione

I carri a Civita Castellana

– Nella Tuscia sarà un febbraio a tutto carnevale. Saranno ben 21 i comuni della provincia che, da questo fine settimana e fino al 21 febbraio, anche quest’anno organizzeranno il carnevale, con sfilate di carri allegorici, mascherate, galà e manifestazioni riservate ai più piccoli.

“Da una decina di anni a questa parte – ha sottolineato l’assessore provinciale al Turismo Andrea Danti – in molti comuni della nostra provincia si è tornati ad organizzare le feste di carnevale”. Quindi, oltre alle ormai storiche kermesse di Acquapendente, Civita Castellana e Ronciglione, si sono affacciate numerose altre realtà comunali che anno dopo anno stanno realizzando dei calendari di grande livello.

“Proprio per questo – ha aggiunto Danti – su suggerimento della associazione 1728 di Ronciglione, abbiamo deciso di realizzare un vero e proprio piano comunicativo con una campagna pubblicitaria ad hoc rivolta alle province limitrofe di Lazio, Umbria e Toscana. L’obiettivo è quello di dare grande visibilità agli appuntamenti di tutti i comuni della Tuscia che hanno risposto alla nostra richiesta”.

Anche quest’anno ci sarà un premio per il miglior carro e la migliore maschera: “Dopo il successo della scorsa edizione – continua l’assessore – abbiamo confermato l’istituzione di un riconoscimento da assegnare al miglior carro ed alla migliore mascherata dei tre carnevali storici di Acquapendente, Civita Castellana e Ronciglione”.

Le Commissioni giudicatrici saranno formate, per ogni Comune, da rappresentanti di associazioni culturali locali e da esponenti dell’assessorato al turismo della Provincia di Viterbo. La premiazione con la consegna della prestigiosa maschera etrusca, realizzata dal maestro ceramista Stefano Cianti su bozzetto dell’architetto Pietro Lateano, avverrà sabato 25 febbraio, alle ore 10,30 nella sala delle conferenze della Provincia di Viterbo. “Nella stessa sede – conclude Danti – sarà consegnato un premio speciale alla migliore mascherata del cosiddetto “Carnevale della notte” di Ronciglione, una manifestazione spontanea nata dalla fantasia e dalla creatività dei più giovani”.

I programmi delle manifestazioni sono pubblicati anche sul sito www.provincia.vt.it/turismo.

 


Condividi la notizia:
8 febbraio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR