Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Maltempo - Segnalazioni e disagi da tutta la Provincia

Diretta emergenza neve 5 febbraio

Condividi la notizia:

Gli agenti della volante al lavoro contro l'emergenza neve

Gli agenti della volante al lavoro contro l'emergenza neve

Ore 22, 10 – La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini annuncia che: “Con la collaborazione di Austostrade spa è stata, inoltre, rimossa la neve sulla Cassia bis”.


Ore 22, 04 Continuano gli Interventi di soccorso a famiglie bloccate nelle abitazione senza luce e acqua in provincia di Roma, Frosinone e Viterbo.

Il Corpo nazionale soccorso alpino e apeleologico ( Cnsas ), Servizio regionale Lazio (Sasl), sta intervenendo in soccorso a famiglie rimaste bloccate senza luce, riscaldamento ed acqua nelle proprie abitazioni, portando medicinali, viveri e verificando lo stato di salute delle persone bloccate. In tutte le abitazioni visitate e’ stato necessario un avvicinamento a piedi con le ciaspole o con gli sci in quanto le strade non sono percorribili dai mezzi del soccorso. In provincia di Frosinone ieri sera una squadra del Sasl ha raggiunto due abitazioni in località Radicosa nel comune di San Vittore nel Lazio portando medicinali per una bambina di due anni.

Oggi pomeriggio sempre nella provincia di Frosinone i tecnici hanno raggiunto due persone anziane in una casa isolata tra il paese di San Biagio Saracinisco e Cardito, portando dei medicinali. In Provincia di Roma ieri notte Il Soccorso Alpino è intervenuto per assistere una famiglia portando dei viveri in una zona isolata a 5 chilometri dall’abitato di Montelanico e nel

pomeriggio di oggi sempre tecnici SASL hanno portato viveri ed aiutato a sgombrare le vie d’accesso alle abitazioni nella località Bagnaia una frazione del comune di Viterbo.


Ore 21, 12Il comune di Viterbo, in accordo con la società Francigena, per agevolare i cittadini nel centro storico, comunica che per l’intera giornata di domani 6 febbraio, il parcheggio del Sacrario terrà le sbarre aperte e sarà gratuito.


Ore 20 – Riaperta la strada provinciale Bolsenese.


Ore 19,50 – La presidente della Regione Lazio, Renata Polverini, dopo una task force sul maltempo nella quale si è registrato l’aumento degli accessi ai Pronto soccorso degli ospedali del territorio a causa di traumi conseguenti a piccoli incidenti che potrebbero essere facilmente evitabili ha diramato un appello.

“Tutti i sindaci – ha detto la Polverini – invitino la popolazione a uscire solo per motivi di estrema necessità, con adeguato abbigliamento e scarpe che possano permettere di affrontare gli spostamenti con la dovuta sicurezza”.

Ore 19,45 – Le splendide immagini delle fontane di Viterbo coperte di ghiaccio e neve fotografate da Elisa Cappelli.


Ore 19,20 – Il servizio di trasporto pubblico urbano potrebbe non essere garantito nella tratta che arriva fino alla zona Peep della frazione di Bagnaia. “Quel punto – spiega il sindaco Marini – è particolarmente critico e si dovrebbe salire con le catene che invece non sono più necessarie nel resto delle strade della città che sono ormai pulite”.

Altro problema alla viabilità potrebbe crearlo lo sciopero regionale già previsto dai giorni scorsi proprio per domani, 6 febbraio. “Lo sciopero – precisa il sindaco – non riguarda ovviamente problemi legati alla neve, ma era già previsto da prima. In ogni caso il servizio sarà sempre garantito dall’inizio dei servizi fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20”.


Ore 19,05 – “Tutti i Comuni che stanno affrontando le maggiori criticità, trovandosi in una situazione di sostanziale isolamento, sono stati raggiunti nelle ultime ore dagli uomini della task force regionale istituita dalla presidente Renata Polverini”. E’ quanto comunica la Pisana in una nota ufficiale.

Tra i paesi che avevano avuto maggiori problemi ce n’erano diversi della Provincia di Roma, ma anche uno della Tuscia, Capranica. “Sono in corso verifiche – conclude la comunicazione -, soprattutto legate alla viabilità, da parte dei tecnici del Genio civile”.


Ore 18,45 – Chiusa per ghiaccio via Sant’Antonio. La strada è quella che in entrata da Porta Faul gira a destra verso il quartiere Pianoscarano. La polizia locale ha disposto la chiusura per il rischio ghiaccio sull’asfalto.


Ore 18,30 – Il servizio del trasporto pubblico urbano della Francigena sarà garantito per la giornata di domani per tutte le zone di competenza. “Se non ci saranno altre emergenze nella notte – dichiara il sindaco Giulio Marini – domani il servizio sarà completo in città e nelle frazioni”.


Ore 18 – Comunichiamo che l’elenco delle strade provinciali aperte al traffico e quelle invece ancora chiuse è stato fornito ufficialmente dalla Provincia di Viterbo che ha emanato un’ordinanza apposita.


Ore 17,45 – Viterbo dopo la grande nevicata. La fotogallery “La città di neve e ghiaccio”.


 

Ore 17,30 – Attenzione alla caduta di blocchi di neve ghiacciata dai cornicioni dei palazzi.

Questo l’appello lanciato dal sindaco Marini e dall’assessore ai Lavori pubblici Muroni ai cittadini viterbesi, soprattutto all’interno dei centri storici della città e delle relative frazioni.

Con l’innalzamento delle temperature di queste ultime ore, la neve depositata su tetti e balconi degli edifici, ormai ghiacciata, sta cedendo, provocando il conseguente distacco in blocchi, estremamente pericolosi per l’incolumità pubblica.

A questo proposito, il Comune raccomanda a tutti i proprietari degli immobili di procedere quanto prima alla rimozione del ghiaccio venutosi a creare sui cornicioni delle proprie abitazioni.

Una raccomandazione che, tra l’altro, richiama quanto previsto agli articoli 77 e 78 del vigente regolamento comunale.


Ore 17,15Domani tutti gli uffici comunali di Viterbo saranno aperti. A Roma invece secondo un’ordinanza firmata poco fa è stato deciso che per tutta la giornata di lunedì 6 febbraio gli uffici pubblici della Capitale e della provincia compresi tribunali e Corte di cassazione resteranno chiusi.


Ore 17 – Riceviamo e pubblichiamo – Nel primo pomeriggio di sabato 4 febbraio all’inizio della strada provinciale Vetriolese, quella che collega San Michele in Teverina, nel comune di Civitella d’Agliano, a Montefiascone, Bagnoregio e Viterbo è comparso un cartello di divieto
di transito con scritto: chiusura della strada provinciale vetriolese.

Vista la delibera numero 3 del 3 febbraio dell’amministrazione provinciale che chiude per neve le strade provinciali, il sindaco di Civitella d’Agliano Mancini si adegua e chiude al traffico la Vetriolese.

È alquanto singolare l’emanazione di una delibera che chiude per neve le strade provinciali: una normale amministrazione tiene le strade libere utilizzando quelle macchine che si chiamano spazzaneve. Accanto a questa disposizione di cui Meroi e Santucci, assessore alla Viabilità, dovranno rispondere alla cittadinanza rimasta senza collegamento con il resto della provincia, c’è l’ordinanza di Mancini che ancora una volta brilla per incapacità amministrativa. L’unico intervento è aver gettato del sale e lasciato dei sacchetti per il fai da te.

Prc Circolo Chico Mendes di Civitella d’Agliano


 

Ore 16,30 – Secondo quando stabilito da un’ordinanza del sindaco di Soriano nel Cimino Fabio Menicacci tutte le scuole del paese saranno chiuse nella giornata di domani, lunedì 6 febbraio.


Ore 16,20 – Si ribadisce che il numero verde 800/047328 e i numeri telefonici 348/00019807, 348/0103984e 349-240079 sono stati attivati dall’assessorato alle Politiche sociali della Provincia per offrire un servizio ai cittadini, soprattutto anziani, che hanno bisogno di assistenza in questi giorni di maltempo.

Per informazioni sulla viabilità e sulla situazione meteo, invece, se si vogliono ricevere via sms basta trasmettere una mail all’indirizzo sos@provincia.vt.it indicando il numero di telefono sul quale inviare il messaggio.

Inoltre, è possibile rimanere aggiornati sulla situazione viabilità anche attraverso la pagina Provincia di Viterbo e Viabilità Provincia di Viterbo su Facebook. Infine, per comunicazioni urgenti è possibile contattare la sala operativa della Protezione civile allo 0761/270037.


Ore 15,30 – Cessata l’emergenza neve e gelo, la Provincia di Viterbo comunica che dalle 15 di oggi, 5 febbraio, tornano transitabili quasi tutte le strade provinciali, con obbligo di catene montate o pneumatici da neve fino al termine delle attuali avverse condizioni meteo per gli autoveicoli in transito in entrambe le direzioni di marcia.


Ore 15,07 – Riceviamo e pubblichiamo – Una domenica, il 5 febbraio, che ha visto il paese di Marta sotto la morsa del ghiaccio. Lungo le strade e soprattutto sul lungolago, i secolari platani, il muraglione frangiflutti e le panchine si sono presentati sotto una veste scintillante.

Marta è stata presa d’assalto da centinaia di fotografi per immortalare la gelata sul lungolago. Tanti cannelli di ghiaccio lungo i rami degli alberi. Le onde del lago gelandosi hanno trasformato la passeggiata in un paesaggio polare e fatato (gallery).

Danilo Piovani


– Ore 14,19 – Continuano ad arrivare foto in redazione alcune sono bellissime e ci fanno sentire orgogliosi di essere nati in questa provincia fatata, nonostante gli amministratori. Guardate : Le magiche foto dei lettori.


Ore 13,50 – Gli uomini della squadra volante della polizia sono intervenuti a via Genova dove un cornicione era pericolante a causa della troppa neve accumulata.

Gli agenti sono saliti sul tetto e lo hanno sgombrato con pale e scope, poi hanno transennato l’area circostante immediatamente sotto il punto critico per evitare problemi ai passanti.


Ore 13,40 – Al canile comunale di Bagnaia, aperto tutti i giorni, compresa la domenica, dalle 10 alle ore 12, servono panni di lana, vecchie coperte, piumoni usati, plaid, felpe dismesse, eccetera per attenuare il freddo dell’inverno ai cani, alcuni dei quali sono anche molto anziani.

Il materiale può essere consegnato direttamente al canile oppure è possibile telefonare al 340/0667754.


Ore 13,25 Riaperte le seguenti strade provinciali: 50 SP Torre Alfina,
124 SP Torretta,
144 SP Maremmana dal km 62 + 700 al Km 81 + 200,
117 SP Valle dell’Olpeta, 118 SP Lago di Mezzano,
106 SP Doganella,
110 SP Valle di Ripalta,
12 SP Martana,
42 SP Barbaranese,
41 SP Blerana,
90 SP Rocca Romana,
40 SP Bassanese,
17 SP Ombrone,
6 SP Bagnorese dal Km 16,
135 SP Divino Amore,
127 SP Fastello,
18 SP Grottana,
131 SP Vetrioles,e
57 SP Diramazione Canepinese,
60 SP Sanguetta,
1 SP Cimina dall’incrocio con SP Canepinese fino ad incrocio con SP Valle di Vico.

Ancora chiuse le seguenti strade provinciali: 125 SP Monaldesca,
16 SP Lago di Bolsena,
80 SP Montefogliano,
11 SP Vetrallese,
83 SP Beccacceto,
82 SP Ponterotto,
87 SP Accesso Valle di Vico,
35 SP Ronciglionese,
92 SP Stazione di Capranica,
91 SP Capranichese,
95 SP Mazzocchio,
36 SP Massarella,
66 SP Carbognanese,
67 SP San Rocco,
27 SP Faleriense,
74 SP Quartaccio,
76 SP Braccio Treja,
79 SP Calcatese,
78 SP Falisca,
77 SP Castel SAnt’Elia,
38 SP Settevene,
84 SP Sutrina,
68 SP Capannelle,
53 SP Bolsenese,
54 SP Capraccia,
130 SP Cunicchio,
62 SP Faggeta.


Ore 13,15 – Secondo la segnalazione di un cittadino al quartiere Murialdo una ruspa adattata a spalaneve sta tentando di pulire le strade dalla neve.

Il mezzo però pare che non sia dotato di catene sulle ruote posteriori quindi slitta in continuazione e non riesce a togliere bene la neve. Anzi. Sembra che in alcuni punti dove prima chi era attrezzato con catene o gomme termiche riusciva a passare ora ci siano più problemi perché la neve si accumula e non si riesce più a circolare.


Ore 13 – Ancora neve sulle strade della città. Il sole la sta sciogliendo in alcuni punti, ma molte zone rimangono ancora critiche. Alle 10,30 la Cassia sud era ancora del tutto innevata.


Ore 12,45 – Polizia in campo per l’emergenza neve.

Gli uomini della squadra volante, coordinati da Alba Milioni, si sono messi a disposizione in ogni zona della città di Viterbo per far fronte al pericolo ghiaccio e aiutare chi aveva problemi.

In particolare alcuni poliziotti hanno effettuato servizi continuati per ore ed ore, anche 27 di seguito, per mantenere aperti tutti gli uffici e la sala operativa della Questura.

Almeno tre macchine della polizia girano continuamente sul territorio della città e intervengono nei casi più critici.

Ieri gli agenti hanno portato il pane alla comunità di recupero Ceis di Vitorchiano e soccorso una donna invalida al cento per cento al quartiere Cappuccini alla quale era scoppiato un tubo in casa. Inoltre alcune volanti hanno accompagnato al lavoro i medici di Belcolle che non riuscivano a raggiungere l’ospedale con mezzi propri. Stamattina i poliziotti stanno aiutando i cittadini più in difficoltà a spalare la neve utilizzando gli strumenti messi a disposizione dal Comune.


Ore 12,30 – Scuole chiuse a Vetralla anche lunedì 6 e martedì 7 febbraio. L’ordinanza del sindaco Sandrino Aquilani in occasione del maltempo è stata diramata questa mattina e riguarda gli istituti di ogni ordine e grado.


Ore 12 – Grotte Santo Stefano dimenticata da tre giorni.

Nessun mezzo in azione per sgombrare le strade, niente sale e nessuna assistenza alle persone che da venerdì sono praticamente bloccate e rischiano anche ad uscire solo a piedi di casa.

La Provincia non interviene perché la zona non è di sua competenza, ma non fanno niente nemmeno il Comune e la polizia locale che invece dovrebbero occuparsene.


Ore 11,45 – I potenti mezzi del sindaco Marini per sgombrare le strade di Viterbo.


Ore 11,40 – I romani dovranno tenere sgombri dalla neve i marciapiedi davanti alle proprie case, condomini o esercizi commerciali per una larghezza di due metri, durante e dopo le nevicate, dalle 8 alle 20.

Lo ha deciso il sindaco della Capitale Gianni Alemanno in un’ordinanza nella quale spiega che è necessario evitare il rischio di formazione di ghiaccio.


Ore 11,30 – Riceviamo e pubblichiamo – Anche in questa occasione il Comune di Viterbo si è dimenticato della frazione di San Martino e Tobia e dei suoi abitanti.

La neve non è stata spalata, il sale non è stato gettato, il manto stradale sembra una pista di pattinaggio sul ghiaccio e domani caro sindaco è di nuovo lunedì, ergo dobbiamo tornare a lavorare.

Non voglio essere, come dice l’assessore provinciale Paolo Bianchini sulla sua pagina Facebook, “la solita viterbese che non fa nulla per poi lamentarsi”, ma trovo assurdo che un paese venga completamente dimenticato, e quindi voglio semplicemente far notare che a San Martino e a Tobia nulla è stato fatto per ridurre il disagio creato dal maltempo, senza contare che le temperature, da previsioni, oggi toccheranno i -7 gradi.

Dopo questa lagnanza, che corrisponde però a verità, la invito a farsi un giro nelle nostre zone, con il gatto delle nevi ovviamente, per vedere in che stato è questa parte di territorio del suo Comune.

Martina Minchella
Circolo Pd San Martino e Tobia


Ore 11,15 – Un mezzo della Provincia sta lavorando in strada Novepani a Bagnaia per riattivare la viabilità nel punto in cui alcune famiglie sono rimaste bloccate da ieri.


Ore 11 – Cotral in servizio parziale. Alcuni autobus viaggiano sul territorio della provincia.


Ore 9,30Riaperte quasi tutte le provinciali. L’unica eccezione riguarda la provinciale Capraccia e parte della Bolsenese. Naturalmente il transito è consentito solo ed esclusivamente con catene o con gomme da neve. Rimane in vigore, invece, l’ordinanza prefettizia che impedisce il traffico pesante (7,5 tonnellate) in tutta la provincia.


Diretta emergenza neve nella Tuscia 4 febbraio


Diretta maltempo 3 febbraio


Condividi la notizia:
5 febbraio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR