- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Tentata estorsione, un nuovo avviso di garanzia

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

[3]

Paolo Gianlorenzo davanti alla procura

[4]

Viviana Tartaglini

Si allarga l’inchiesta [5] sui giornalisti Paolo Gianlorenzo e Viviana Tartaglini.

Oltre al direttore di un quotidiano viterbese denominato L’Opinione e alla sua collega, indagati per tentata estorsione, truffa e falso [6] materiale, spunterebbe una terza persona che, proprio ieri, avrebbe ricevuto un avviso di garanzia.

La sua identità, per ora, è un mistero. Così come l’ipotesi di reato a suo carico, sulla quale gli inquirenti mantengono il riserbo più assoluto.

Resta il fatto che il sospetto iniziale, sull’ampiezza di questa nuova inchiesta della Procura di Viterbo, diventa sempre più una certezza: la lista degli indagati si allunga e il fascicolo aperto dal pm Massimiliano Siddi svela, di giorno in giorno, risvolti inquietanti.

Dalle indagini del magistrato emergerebbe, infatti, un legame tra la testata di Gianlorenzo e i tentativi di estorsione che la stessa Procura contesta tanto a lui quanto alla Tartaglini.

Gli ultimi sviluppi investigativi rivelerebbero, in pratica, che il giornale sarebbe stato usato più volte come strumento di pressione. Una sorta di coltello che, nell’ottica degli inquirenti, Gianlorenzo poteva tenere dalla parte del manico, per colpire i nemici, ammansirli o costringerli ad accondiscendere a eventuali sue richieste.

Non è sicuramente il caso di Piero Camilli [7]: l’esposto in Procura del sindaco di Grotte di Castro non riguarda un articolo dell’Opinione, ma la raffica di insulti [8]e minacce pronunciate da Gianlorenzo durante una riunione con i soci della cooperativa che edita il giornale. Parole durissime [9], rivolte a Camilli e riportate integralmente nella denuncia sporta dai sei redattori dell’Opinione che, per primi, si sono rivolti alla magistratura, prima di Natale.

Quanto a Francesco Battistoni, altra vittima potenziale del presunto tentativo di estorsione, il consigliere regionale non commenta.

Secondo indiscrezioni, comunque, Battistoni avrebbe presentato un esposto già l’anno scorso, insieme a diverse denunce.

Proprio il consigliere regionale Pdl, negli ultimi giorni, si è ritrovato al centro di una serie di attacchi frontali dell’Opinione riguardanti la maxi indagine sulla Asl. Articoli firmati tutti da Gianlorenzo, in cui il direttore si chiedeva perché Battistoni non fosse tra gli indagati dell’inchiesta sull’azienda sanitaria viterbese.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [10]
  • [1]
  • [2]