--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Processo Giro d'Italia - Gli avvocati chiedono l'assoluzione

Traffico di rifiuti, la difesa: “Nessun inquinamento”

Condividi la notizia:

Il tribunale di Viterbo

Il tribunale di Viterbo

Nessun inquinamento. Nessuna gestione abusiva delle discariche. E tanti soldi spesi per bonificare le aree di smaltimento dei rifiuti.

Questi, in sostanza, i punti cardine delle difese degli imputati al processo Giro d’Italia, il più imponente che si sia mai celebrato a Viterbo in materia di traffico illecito di rifiuti.

Dopo la requisitoria del pm Stefano D’Arma, che alla scorsa udienza ha chiesto complessivamente più di trent’anni di carcere per i 14 imputati, gli avvocati sono passati al contrattacco.

Le loro maxi-arringhe finali si sono prolungate fino al tardo pomeriggio.

Ad aprire gli interventi della difesa, i legali Giuseppe La Bella e Samuele De Santis, difensori di tre degli imputati dalla posizione più delicata. Si tratta di Giovanni Santini e dei fratelli Mario e Sante Bartoli, gestori delle discariche di Vetralla e Castel Sant’Elia, per i quali l’accusa ha chiesto la pena più alta: quattro anni di reclusione. Discusse anche alcune posizioni marginali.

Gli interventi dei legali si sono conclusi con richieste di assoluzione perché il fatto non sussiste. Secondo gli avvocati, in pratica, non sarebbe stato provato l’effettivo inquinamento dei luoghi limitrofi alle discariche, anche perché i rifiuti smaltiti, a detta delle difese, non erano pericolosi.

Alla prossima udienza del 24 maggio si proseguirà con gli interventi dei legali e con le repliche.


Condividi la notizia:
19 aprile, 2012

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR