--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Los Angeles - Tradizionale scambio di doni tra i sindaci Giulio Marini e Don Garcia dopo l'inaugurazione dell'Italian operafestival

Il leone di Viterbo ad Aliso Viejo

Condividi la notizia:

Lo scambio tra i sindaci

Lo scambio tra i sindaci

Lo scambio tra i sindaci

Lo scambio tra i sindaci

Il sindaco di Aliso Viejo Don Garcia

Il sindaco di Aliso Viejo Don Garcia con la targa

Il sindaco Marini con il leone di Viterbo

Il sindaco Marini con il leone di Viterbo

Il leone di Viterbo

Il leone simbolo di Viterbo

Il maestro Stefano Vignati con il sindaco Garcia

Il maestro Stefano Vignati con il sindaco Garcia

(p.p.) – Il Leone di Viterbo ad Aliso Viejo (fotoracconto).

Tradizionale scambio di doni tra il sindaco di Aliso Viejo Don Garcia e quello di Viterbo Giulio Marini.

L’occasione è una colazione al Renaissance hotel offerta dalla cittadina che ospita l’Italian operafestival in programma fino al primo giugno.

Puntuali alle 8 (le 17 del 31 maggio in Italia), i sindaci si sono salutati per poi raggiungere la tavola. Sui piatti uova strapazzate e fagioli neri in onore delle origini messicane del sindaco Garcia.

Seduti con Marini e Garcia anche il maestro Stefano Vignati, l’assessore comunale alla Cultura Enrico Maria Contardo, quello provinciale alle Politiche sociali Paolo Bianchini e tre membri del consiglio comunale di Aliso Viejo.

“Saluto il sindaco di Viterbo – ha esordito Garcia rivolgendosi alle persone presenti nella terrazza a bordo piscina -. In questi giorni stiamo celebrando insieme l’Italian operafestival che ieri sera ha debuttato al Soka performing arts center. Voglio ringraziarvi perché stiamo condividendo un pezzo di cultura italiana e la cosa mi onora”.

Garcia ha poi donato al primo cittadino italiano una targa ricordo di Aliso Viejo.

Dunque, il discorso di Marini. “Ringrazio il Tuscia operafestival che qui diventa Italian operafestival per questa manifestazione – ha detto -. Oggi sono qui assessori, rappresentanti di enti istituzionali locali e dell’università. Un intero territorio che si è mosso verso gli Stati Uniti per mostrare le sue capacità organizzative e culturali. Il legame approfondito tra i due paesi servirà a promuovere le nostre qualità territoriali e produttive”.

Marini ha quindi invitato Garcia nella città dei Papi. “Abbiamo ospitato il sindaco di Dana Point Lisa Bartlett in occasione della festa patronale di Santa Rosa. Dal suo entusiasmo durante la serata di ieri credo di poter dire che è rimasta legata alla nostra città. Sarà dunque un piacere avere quest’anno il sindaco Garcia per mostrare anche a lui le nostre bellezze e tradizioni”.

Il sindaco ha poi donato un leone al primo cittadino americano. “Ho portato con me il simbolo di Viterbo al quale sono molto legato. E’ un leone che poggia sulla mazza del maggiordomo, che indica a sua volta il potere temporale”.

A conclusione della colazione entrambi i sindaci hanno salutato i ragazzi dell’orchestra del maestro Stefano Vignati.


Condividi la notizia:
31 maggio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR