Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Giuramento del sindaco Mazzola - Armando Palmini eletto presidente

Insediato il nuovo consiglio comunale

Condividi la notizia:

La prima seduta del consiglio comunale

La prima seduta del consiglio comunale

L'intervento del sindaco Mazzola

L'intervento del sindaco Mazzola

Il giuramento del sindaco Mazzola

Il giuramento del sindaco Mazzola

– Il 23 maggio si è ufficialmente insediato il nuovo consiglio comunale di Tarquinia. Osservato un minuto di silenzio per ricordare la strage di Capaci, la studentessa Melissa Bassi e le vittime del terremoto in Emilia Romagna.

Dopo il giuramento, il sindaco Mauro Mazzola ha comunicato le deleghe date ai componenti della giunta: Renato Bacciardi sarà vice sindaco con competenze sull’urbanistica, sul demanio, sul patrimonio, sul litorale, sulle Saline e sul commercio; Sandro Celli sarà assessore al turismo, alla pubblica istruzione, allo sport, allo spettacolo, all’ambiente e al servizio igiene ambientale; Lucilla De Luca si occuperà delle problematiche giovanili e del lavoro, del Cilo e dei rapporti con l’Università degli Studi della Tuscia; Enrico Leoni seguirà i servizi sociali, le case popolari, l’asilo nido, il centro anziani, il volontariato e l’artigianato; Anselmo Ranucci sarà responsabile dei lavori pubblici, degli impianti tecnologici, dell’arredo urbano e del verde pubblico.

Armando Palmini è stato eletto presidente del consiglio. A seguire il primo cittadino ha illustrato le linee guida del programma: “Priorità all’ospedale, i cui reparti per la carenza di personale sono a rischio di accorpamento dal primo giugno. Ho invitato per questo motivo il presidente Renata Polverini a visitare la struttura. Lavoreremo per garantire occupazione e sviluppo. Sosterremo le fasce sociali più deboli e la scuola. Dedicheremo particolare attenzione al rilancio della fascia costiera e alla tutela dell’ambiente.

Realizzeremo il Pucg. Vareremo un piano dei parcheggi per il centro abitato. Punteremo su turismo, cultura e sport. Ripenseremo il modo di fare agricoltura, investendo sulla qualità e sulla chiusura della filiera”. A chiudere autostrada e zona industriale.

“Il corridoio tirrenico è stata una scelta del governo Berlusconi. – ha spiegato il sindaco Mazzola – Noi abbiamo voluto e ottenuto che il tracciato ricalcasse quello dell’Aurelia. Con SAT saremo intransigenti: prima si farà la viabilità complanare, poi l’autostrada. Altrimenti fermeremo i lavori.

Dopo 40 anni abbiamo sbloccato la zona industriale, un’area di grandissima valenza economica perché vicina al porto di Civitavecchia e a uno snodo viario di primaria importanza costituito dall’autostrada e dalla Trasversale Orte-Civitavecchia”.


Condividi la notizia:
24 maggio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR