Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Patteggiamento per i due giovani arrestati per furto al supermercato

“Abbiamo rubato perché avevamo fame”

Condividi la notizia:

Il tribunale di Viterbo

Il tribunale di Viterbo

Avevano portato via affettati, salami, profumi, birre e limoncello da un supermercato. Motivo: non avevano più un soldo e avevano fame.

Ma per due ragazzi romeni di 22 e 23 anni, rintracciati lunedì pomeriggio subito dopo il colpo, è scattato l’arresto per furto aggravato.

I carabinieri di Vetralla, coordinati dal comandante Adriano Marzi, li hanno fermati entrambi. Il primo all’uscita del sottopassaggio di via Cappuccini. L’altro, nascosto tra gli alberi poco lontano. Era lui a custodire la refurtiva: cibo e liquori per un centinaio di euro.

Davanti al giudice del tribunale di Viterbo, ieri mattina, hanno ammesso ogni addebito, spiegando il perché del gesto. “Non avevamo più da mangiare e ci era venuta fame” hanno detto, prima uno e poi l’altro, al processo per direttissima.

Ma non hanno convinto il pm Renzo Petroselli. “Ci credo che hanno fame. Ma hanno anche precedenti che li rendono pericolosi. E poi hanno rubato anche alcolici e profumi…”. Per loro, l’accusa ha chiesto il carcere.

Il giudice Rita Cialoni li ha liberati, accogliendo la richiesta di patteggiamento dell’avvocato Luigi Mancini: quattro mesi ciascuno e 150 euro di multa.


Condividi la notizia:
28 giugno, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR