Time-nuovo-doppia-cornice-2-tripla-cornice

__
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Pdl alla sfascio - Il consigliere regionale replica

Battistoni bacchetta Piso e Marini

Francesco Battistoni

- “Dov’era Piso quando, in provincia di Frosinone, Baccini presentava la lista contro il Pdl?”. È quanto affermato dal consigliere regionale Pdl Francesco Battistoni in risposta alla nota del coordinatore regionale Vincenzo Piso, immediatamente diffusa da Giulio Marini, e volta a proibire le autoconvocazioni dei congressi Pdl.

“La fase congressuale avrebbe dovuto seguire un percorso condiviso, così non è stato”, ha detto con rammarico Battistoni.

“Ma come mai – ha domandato – sia la lettera che chiedeva ad Alfano il rinvio dei congressi che la nota di ieri, in cui si annunciano diffide e provvedimenti, portano la sola firma di Piso senza quella del vice coordinatore Pallone? È questo quello che prevede lo Statuto? Inoltre – prosegue Battistoni – se è vero, così come lo stesso Piso ha ammesso nella sua nota, che sempre più insistenti sono le voci degli iscritti che vorrebbero autoconvocarsi, non sarebbe stato meglio affrontare apertamente la fase congressuale, senza timori e tentennamenti? Perché negarci questa opportunità di ripresa? Perché paventare provvedimenti contro chi vuole un terreno di confronto?

Cosa ancor più grave – ha sottolineato – è che invece di convocare il coordinamento provinciale del partito, quantomeno per discuterne, il coordinatore Marini si è semplicemente limitato a fare il passacarte, inviando alla stampa le lettere ricevute da Piso. Caro Marini, credi forse che questa sia la strada giusta per recuperare l’unità del partito da te tanto professata?” chiede Battistoni.

“Io, come tanti altri – conclude il consigliere regionale – lo vedo solo come un maldestro tentativo di chiudere il partito su se stesso, garantendo posizioni di potere acquisite e incompatibili”.

20 giugno, 2012 - 14.21
  • Alo-agenzia-funebre-158x150

Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564