- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

“Incontri Gentili” continua con il Massimo Davola trio

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Palazzo Gentili

Palazzo Gentili, sede della Provincia di Viterbo

– Prosegue la settimana della grande musica jazz a “Incontri Gentili”. Domani sera, giovedì 7 giugno alle 19, sarà la volta del concerto di Massimo Davola Trio, appuntamento realizzato in collaborazione con il Tuscia in Jazz Festival.

Nato ad Agrigento il 7 settembre 974, dopo il diploma in clarinetto conseguito al conservatorio di Salerno, Massimo Davola frequenta diversi corsi di perfezionamento in clarinetto e in musica contemporanea con il maestro Ciro Scarponi; partecipa e vince diversi premi internazionali. Nel 1995 si trasferisce a Roma, dove da subito entra in contatto con alcuni fra i migliori jazzisti italiani.

Formatosi sotto l’attenta guida di Tony Scott, al quale è legato da profonda amicizia e reciproca stima, apprende rapidamente i grandi segreti della possente sonorità del sassofonismo classico. Inizia l’attività di jazzista in ottime formazioni di jazz tradizionali dirette da Lino Patruno e Carlo Loffredo. Nel 1997 incontra Romano Mussolini, con il quale ha collaborato per circa dieci anni tenendo moltissimi concerti sia in Italia sia all’estero. Incide, insieme a Cicci Santucci, l’ultimo disco di Romano Mussolini dal titolo “Piano & Forte” (ed. Erreffe 2003).

Davola è stato anche membro della Corvini-Iodice Roma Jazz Ensemble, orchestra che ha al suo attivo diverse collaborazioni di particolare rilievo quella con il polistrumentista Yusef Lateef. Nel 2001 incide con Dario Rosciglione il progetto discografico “Jazbeat” prodotto dalla Via Veneto Jazz e da Lab Promotion, con la collaborazione anche di Stefano Di Battista e Flavio Boltro.

Il primo singolo estratto “Sing sing sing” viene scelto per lo spot Tim Alice Adsl con protagonista il calciatore Christian Vieri. Con i Jazbeat partecipa ad Umbria Jazz Estate 2003 e a Villa Celimontana Jazz Festival di Roma; è ospite di Rai International, Rete Allmusic, Radio 101, Radio Dimensione Suono. Il 2 febbraio 2005 con i Jazbeat presenta al New Morning di Parigi il nuovo album “Jazbeat”, distribuito dall’etichetta francese Nocturne. Attualmente il cd è distribuito in Francia, Russia, Giappone, Germania, Canada, Spagna, Italia.

Massimo D’Avola è il vincitore assoluto del prestigioso Premio Massimo Urbani edizione 2002, competizione in cui si è aggiudicato anche il Premio del Pubblico. Nel 2004 emerge in una selezione di talenti internazionali all’Europ Jazz Contest di Bruxelles, conquistando il premio come migliore interprete europeo. Come sideman e con il proprio quartetto ha suonato in numerosi festival e manifestazioni internazionali; ha realizzato diverse tournée in Russia, Austria, Spagna, Francia, USA. In Italia ha partecipato a Jazz & Image, Umbria Jazz, Festival di San Marino, Etna Jazz, Ronciglione Jazz, Festival di Sori, Cittadella Jazz e molti altri.

Davola è uno dei sassofonisti preferiti da Steve Grossman: spesso, infatti, è possibile ascoltarli insieme in un eccezionale quintetto a due tenori. E’ considerato uno dei più grandi sassofonisti italiani. Il suo stile energico e vigoroso è stato ispirato da alcuni dei grandi maestri del sax da lui più amati: Coleman Hawkins, Sonny Rollins, Johnny Griffin e Eddie Lockjaw Davis, senza dimenticare l’impronta estremamente formativa lasciata dagli innumerevoli concerti realizzati con Romano Mussolini, Steve Grossman e Tony Scott. La forma espressiva preferita da Massimo è il quartetto.

Nel 2000, incide, infatti, il suo primo cd dal titolo “Bee Boob (Pull Music)” con Andrea Pozza, Luciano Milanese e Osvaldo Mazzei. Seguono nel 2005 “Black Machine” (edito da Gregory’s Jazz 5), dove figurano Giorgio Rosciglione al contrabbasso, Gegè Munari alla batteria e Pietro Lussu al piano, e nel 2007 “Micca’s Dream” (edito da Micca Records). Nel 2006 realizza lo “Europe Jazz Quartet” dove figurano Max Greger jr al piano, Klaus Melem al contrabbasso e Manfred Josel alla batteria, con i quali, nel marzo del 2007, realizza una tournée in Austria, Germania e Danimarca.

Collabora stabilmente con la Rai come musicista dell’orchestra, partecipando a varie trasmissioni televisive. Nell’aprile 2010 viene pubblicato “Way out south trio” (edito da Tuscia in Jazz Live) con Marco Vincenzo Florio e Marco Valeri, rispettivamente al contrabbasso e alla batteria, un disco che sta suscitando particolare attenzione della critica internazionale. Nel gennaio del 2011 risulta secondo classificato – con soli 7 voti di differenza dal vincitore – al Jazzit Award Contest, indetto dalla rivista di musica Jazzit, nella categoria sax tenore. Collabora stabilmente con la Rai come musicista dell’orchestra, partecipando a varie trasmissioni televisive.

Massimo Davola ha inoltre al suo attivo innumerevoli collaborazioni con grandi musicisti di jazz, fra cui Gianni Basso, Bob Mover, Gianni Sanjust, Valery Ponomarev, David “Bubba” Brooks, Bill Saxton Tom Kirkpatrick, Bobby Durham, Evan Christopher, Charles Davis, Dado Moroni, Henghel Gualdi, Jeremy Pelt, Franco Ambrosetti e tanti altri.

Tutti gli spettacoli della rassegna “incontri Gentili” sono gratuiti (salvo diversa indicazione del programma) e vengono realizzati grazie alla collaborazione con Banca di Viterbo – Credito Cooperativo e Unindustria.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [3]
  • [1]
  • [2]