--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Ieri il convegno sul Psr alla presenza di molti produttori

“La ‘Misura 124’ è una grande opportunità per tutti”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Il professore Bruno Ronchi

Il professore Bruno Ronchi

Riceviamo e pubblichiamo -“Ci siamo fatti promotori come amministrazione perché vogliamo essere vicini agli agricoltori ed al settore commerciale. La ‘Misura 124’ è una grande opportunità per tutti: sia per i produttori che per l’intera filiera.

Quello di oggi è solo il primo di una serie di incontri che faremo per creare una sinergia di settore: l’Amministrazione è e sarà a disposizione per tutte le fasi del bando Misura 124 per garantire il buon esito dell’operazione”.

Queste le parole con le quali il sindaco Sergio Caci ha aperto il convegno sulla misura 124 del PRS della Regione Lazio, che si è svolto martedì 12 giugno alle 18 a San Sisto.

Durante l’incontro hanno preso la parola il dirigente regionale Stefano Sbaffi, il professor Bruno Ronchi – dipartimento Dafne dell’Università della Tuscia- ed Angela Birindelli –assessore alle Politiche agricole della Regione Lazio.

Sbaffi ha sottolineato l’importanza della cooperazione all’interno della filiera, specificando che la competitività delle aziende passa dal rinnovamento dei processi di innovazione.

Il professor Ronchi ha invece parlato della progettazione integrata di filiera, necessaria per poter migliorare la cooperazione tra le diverse componenti della filiera stessa. “La vera Sfida –ha spiegato Ronchi- è migliorare l’efficienza produttiva delle varie aziende, facendo si che essa rimanga tale anche dopo la fine di un singolo progetto. Il ruolo dell’università all’interno del Progetti integrati di Filiera è quello di mettere a disposizione delle aziende il meglio della ricerca effettuata: dialogo e concertazione devono essere le parole chiave del PIF”.

L’assessore regionale Angela Birindelli ha concluso la serie degli interventi facendo una panoramica sulle attività “Stimolare la cooperazione tra i diversi operatori delle filiere e l’innovazione dei processi produttivi sono le priorità del programma di Sviluppo Rurale del Lazio. Per questo abbiamo aperto il bando della misura 124 che incentiva e sostiene progetti di cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale.  Si tratta di un bando – ha aggiunto l’assessore alle Politiche Agricole –  sul quale è prevista una dotazione finanziaria di 5 milioni di euro, finalizzato a sviluppare percorsi innovativi favorendo la collaborazione tra i soggetti che operano all’interno delle filiere ed i centri di ricerca scientifica e tecnologica.

Le azioni innovative potranno riguardare l’acquisizione di know-how e conoscenze, l’acquisizione di macchinari e impianti finalizzati all’introduzione di tecnologie avanzate ed ecosostenibili e la ricerca di nuovi mercati. Tanti i benefici per tutti i comparti agricoli – ha concluso l’assessore Birindelli –  in particolare una maggiore redditività a favore dei produttori, una migliore qualità dei prodotti agroalimentari e più in generale una maggiore competitività dell’intero sistema agroalimentare del Lazio sui mercati”.

Il sostegno del bando concorsuale è concesso in forma di contributo a fondo perduto fino al 70% del costo totale ammissibile, per un importo massimo di contributo pari a 150 mila euro per progetto. Le domande dovranno essere presentate entro il 27 agosto 2012. Il bando e le altre informazioni possono essere consultate sul sito dell’assessorato regionale alle Politiche agricole.

Comune di Montalto di Castro


Condividi la notizia:
13 giugno, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR