--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Due giorni di iniziative con l'assessore Daniele Sabatini e Roberta Angelilli

L’Europa getta le base per dare un futuro ai giovani

Condividi la notizia:

L'europarlamentale Roberta Angelilli con Daniele Sabatini

L'europarlamentale Roberta Angelilli con Daniele Sabatini

Sabatini, Angelilli e il sindaco Marini

Sabatini, Angelilli e il sindaco Marini

– Il Futuro di un Paese è strettamente legato alle prospettive di futuro dei suoi giovani. Questo l’assunto alla base dell’attività operata dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune di Viterbo nell’organizzare l’evento “Future in progress”, inserito nell’ambito della campagna europea “Youth on the move”.

Per due giorni, il 29 e il 30 maggio, la Città dei Papi è stata, prima in Italia nel 2012, location di una serie di appuntamenti rivolti alle nuove generazioni per fornire loro indicazioni sugli strumenti esistenti per diventare concretamente cittadini europei, potendo usufruire delle opportunità messe in campo dalla grande nazione Europa.

Formazione, istruzione, mobilità e lavoro sono stati i temi affrontati durante la due giorni con esperti, nei vari ambiti, che hanno informato e dialogato con gli oltre 2500 giovani che hanno animato con il proprio entusiasmo e con tanta voglia di partecipare la tensostruttura messa a disposizione in piazza dei Caduti.

Un numero a cui occorre aggiungere gli oltre 12500 contatti della pagina dedicata su Facebook e al sito www.futureinprogress.eu

Ringraziando la disponibilità degli istituti superiori di Viterbo, con un grazie particolare all’istituto Orioli e al preside Valente, l’assessore alle Politiche giovanili Daniele Sabatini ha tracciato un bilancio della due giorni europea.

“Visto il successo riscontrato, pensiamo di aver pienamente assolto il compito che spetta alle Amministrazioni in tema di crescita e sviluppo. Ossia creare situazioni finalizzate a fornire ai giovani tutte le indicazioni e gli strumenti, dalle opportunità di studio all’estero alle possibilità di agevolazioni nel mondo del lavoro, che l’Unione Europea offre.

L’obiettivo è ambizioso, ma i risultati di questa seconda edizione di Viterbo Città Europea ci fanno capire di aver individuato il giusto percorso per le nuove generazioni. Solo dando una futuribilità concreta alle passioni e alle sane ambizioni dei nostri ragazzi è possibile gettare basi solide per l’Italia che verrà”.

Un immediato riconoscimento all’attività svolta dall’assessorato è giunto dalla vice presidente del Parlamento Europeo Roberta Angelilli. Intervenuta alla cerimonia d’inaugurazione, l’eurodeputato ha subito accolto la richiesta dell’assessore Sabatini di ospitare nella sede del Parlamento UE l’opera pittorica realizzata dagli studenti dell’Istituto Orioli.

Una serie di pannelli sui quali i ragazzi hanno raccontato la storia dell’Europa, dalla nascita negli anni ’50 ai nostri giorni, raffigurando gli episodi più significativi. Non solo, ad impreziosire la portata dell’evento è giunto il saluto all’assessore Sabatini e, con lui, a tutti i giovani viterbesi, del vice presidente della Commissione Europea Antonio Tajani che ha esortato i ragazzi a credere nel proprio talento, nel merito e nello spirito di iniziativa di ciascuno di loro, il tutto con il conforto dei programmi comunitari illustrati all’interno dell’iniziativa “Future in progress – Youth on the move”.

“Ulteriore obiettivo di questa maratona – conclude l’assessore Sabatini – era riavvicinare le istituzioni comunitarie, spesso percepite in modo assolutamente distante dai cittadini, ai giovani viterbesi. Visto il successo dell’iniziativa, la partecipazione mai così attiva dei ragazzi e la serietà e competenza degli esperti ho motivo di ritenere che da Viterbo sia partito un grido che esorta con forza l’Europa delle banche e della finanza a tornare ad essere l’Europa dei popoli, delle culture e delle opportunità”.


Condividi la notizia:
1 giugno, 2012

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR