Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
Caffeina-Stagione-Teatrale-580x60
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - L'udienza di fronte al giudice Cialoni si terrà il 4 marzo 2013

Morte della cavalla Tiffany, Sangiorgi e Camilli a giudizio

Condividi la notizia:

La cavalla Tiffany a terra, dopo l'incidente

La cavalla Tiffany a terra, dopo l'incidente

L'avvocato Paolo Delle Monache

L'avvocato Paolo Delle Monache

– Morte della cavalla Tiffany, Sangiorgi e Camilli a giudizio.

E’ arrivato il decreto di citazione a giudizio del pm Stefano D’Arma nei confronti dell’ex sindaco di Ronciglione Massimo Sangiorgi e del presidente della proloco Luciano Camilli.

La vicenda riguarda la morte di Tiffany, la cavallina morta durante le prove delle corse a vuoto di Ronciglione il 5 marzo 2011. Tiffany scivolò in piazza della Nave finendo contro uno dei divisori posti tra il tracciato e gli spettatori. L’impatto la uccise praticamente sul colpo, davanti alle migliaia di spettatori.

Dalle polemiche sollevate dalle associazioni animaliste si arrivò poi alle indagini nei confronti di Sangiorgi e Camilli per maltrattamento degli animali e di Silvio Gianforte, vicecomandante della polizia locale, e Pino Cruciani, tecnico comunale, per falso in relazione ad alcune dichiarazioni da loro rese riguardo il tracciato della corsa.

La posizione di Cruciani e Gianforte è stata archiviata. Sangiorgi e Camilli, invece, dovranno presentarsi di fronte al giudice Rita Cialoni. L’udienza è fissata per il prossimo 4 marzo 2013.

Tra le parti offese figurano diverse associazioni animaliste come la Lega Antivivisezione onlus, l’Anpana e l’associazione nazionale per la tutela equina e  il Coisuc, rappresentato dagli avvocati Paolo Delle Monache e Antonio Iezzi.

Il processo dovrà far luce sui motivi e le modalità con le quali sono state concesse le autorizzazioni alla manifestazione delle corse a vuoto, tenendo particolare conto di come i cavalli venivano trattati e delle condizioni nelle quali sono stati fatti correre considerando che la strada era scivolosa anche a causa della pioggia dei giorni precedenti all’incidente nel quale è morta Tiffany.



Condividi la notizia:
23 giugno, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR