--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

40 arresti - Una è la fidanzata di uno dei fratelli di Soriano nel Cimino, ritenuti dagli investigatori il "motore del sodalizio"

Operazione Drago, scarcerate due donne

Condividi la notizia:

Gli arrestati
Clicca sulle foto per ingrandire

Gli arrestati

Gli arrestati
Gli arrestati
Gli arrestati
Gli arrestati

Il maresciallo Lonero, il capitano Gesmundo e il capitano Martufi

Il maresciallo Lonero, il capitano Gesmundo e il capitano Martufi

Il capitano Giovanni Martufi, comandante del nucleo investigativo

Il capitano Giovanni Martufi, comandante del nucleo investigativo

Il capitano Raffaele Gesmundo, comandante della compagnia di Viterbo

Il capitano Raffaele Gesmundo, comandante della compagnia di Viterbo

Il maresciallo Paolo Lonero, comandate della stazione di Soriano nel Cimino

Il maresciallo Paolo Lonero, comandate della stazione di Soriano nel Cimino

I proiettili

I proiettili

Le sostanze dopanti

Le sostanze dopanti

Le sostanze dopanti
Le sostanze dopanti

La droga

La droga

Un bilancino di precisione

Un bilancino di precisione

Alcuni assegni sequestrati

Alcuni assegni sequestrati

– Sono uscite dal carcere Dorathy Ike e Alina Mihaela Niturad.

Due delle donne arrestate nell’ambito della maxioperazione Drago, condotta dai carabinieri di Viterbo, sono tornate a casa da qualche giorno.

La prima, nigeriana residente a Corchiano, ha lasciato una settimana fa il penitenziario femminile di Civitavecchia, dopo l’istanza presentata dal suo avvocato Stefano Troiano, del foro di Roma.

L’altra, 23enne romena da anni residente a Orte, è agli arresti domiciliari. La ragazza è la compagna di Michel Barberio, il tatuatore sorianese ritenuto, insieme al fratello Django, il “motore” del presunto sodalizio sgominato dall’Arma viterbese.

40 le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip di Viterbo. 23 i fermati tra Viterbo e provincia. Tre persone sarebbero ancora latitanti.

L’accusa principale è quella di spaccio di droga, cui si aggiungono, a vario titolo, furti, usura, estorsione, traffico di anabolizzanti, sfruttamento della prostituzione e violenza sessuale.

Per i Barberio è stata presentata un’istanza con motivi riservati al tribunale del Riesame, che non si è ancora pronunciato su un loro eventuale alleggerimento della misura. Stesso discorso per la fidanzata di Django, Janina Vasilescu, ancora detenuta al carcere di Civitavecchia.

Nei giorni scorsi, il Riesame avrebbe accolto le istanze di scarcerazione di alcuni avvocati, che assistono personaggi coinvolti marginalmente nell’inchiesta.

Almeno tre persone avrebbero ottenuto i domiciliari al posto del carcere. La maggior parte degli indagati, per ora, resta in attesa.

Per alcuni di loro è fissata un’udienza al Riesame all’inizio della prossima settimana.


Condividi la notizia:
15 giugno, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR