Gamboni-infissi-infissi-nov-2017

--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tribunale - Inizia l'udienza preliminare per l'ex ballerino di "Amici"

Violenza sessuale, Catello Miotto davanti al gup

Condividi la notizia:

Catello Miotto

– Prende il via questa mattina l’udienza preliminare per Catello Miotto.

L’ex ballerino di Amici di Maria De Filippi comparirà  oggi davanti al gup Francesco Rigato, per una vecchia storia di violenza sessuale.

Ad accusare il 27enne, pizzaiolo a Bagnaia dopo l’esperienza in tv, fu l’ex moglie di un amico e vicino di casa di Miotto. Il ballerino avrebbe tentato un approccio con la donna a febbraio di due anni fa. Uscito con l’amico, la sua serata finì presto: ubriaco, fu cacciato da un noto locale viterbese.

Ma anziché tornare nella sua casa, a Bagnaia, suonò all’appartamento al piano di sotto. Proprio quello dell’amico che era con lui fino a pochi minuti prima.

Gli aprì l’ex moglie dell’uomo che, vedendolo abbattuto per la sua serata finita troppo presto, lo invitò a entrare. La donna si trovava per caso nell’appartamento dell’ex marito: la figlia non si sentiva bene e lei si era trattenuta per la notte per accudirla.

Lei ha sempre sostenuto di aver respinto fin dal primo momento le avances di Miotto, ma lui l’avrebbe scaraventata sul letto e costretta a fare sesso. Incurante del fatto che nella stanza accanto dormiva la figlia della donna che, proprio per questo, non ha gridato.

Diversa la versione dell’ex ballerino, che dice di non aver forzato in alcun modo la presunta vittima: il rapporto, a suo dire, era consenziente.

Miotto, in ogni caso, finì in arresto per violenza sessuale il 27 febbraio 2010. Scarcerato dopo l’interrogatorio di garanzia, il gip gli concesse gli arresti domiciliari a casa della madre, in Campania. A chiamare i carabinieri fu l’ex marito della donna che, entrando nell’appartamento e trovando i due sul letto, si scagliò sul ballerino e lo picchiò.

La perizia della Procura, depositata a novembre 2010, lasciò soddisfatta la difesa. Per i legali di Miotto, l’esito della relazione del consulente, eseguita sui segni trovati sul corpo del ballerino, lascerebbe pensare a tutto fuorché a un rapporto violento.

Una tesi sulla quale avranno senz’altro da ridire gli avvocati della donna che all’udienza di oggi, con tutta probabilità, si costituirà ufficialmente parte civile.


Condividi la notizia:
14 giugno, 2012

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR