--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cultura - Si è svolta in occasione della fine dell'anno accademico

Next, conclusa la rassegna della scuola viterbese

Condividi la notizia:

– Si è concluso giovedì 5 luglio scorso il diciottesimo anno accademico della scuola di arti visive Nex di Viterbo e Tuscania, e  la decima edizione di “Insegnando ad amare l’Arte”, l’ormai tradizionale rassegna di fine anno della medesima scuola, diretta dalla pittrice Antonella Properzi.

Per 9 giorni, gli otre 400 dipinti realizzati da un centinaio di allievi, sono stati esposti presso la suggestiva chiesa di S. Egidio a Viterbo, in Corso Italia.

La scuola in oggetto si chiama dunque Next e si occupa di arti visive, della loro promozione quale che sia il genere o la forma ed è nata a Tuscania una ventina d’anni fa.

Olio su tela, acquerelli, pastelli, tempera.

Allievi della scuola. Allievi di tutti e tre gli anni di corso che caratterizzano questa ormai consolidata realtà culturale della Tuscia.

Semplici amanti dell’arte – quella con la A maiuscola che è passione fine a se stessa e stop – di ogni età, che hanno voluto dare corpo alle proprie emozioni, gioie e fragilità, attraverso una tavolozza.

Nature morte di ispirazione caravaggesca, paesaggi invernali gonfi di atavico spleen, ritratti che nelle linee ieratiche del volto riescono ugualmente a trasmettere emozioni.

Emozioni, positive o negative, la liberazione delle quali è il fine ultimo della scuola.

“Il nostro obiettivo non è quello di forgiare grandi maestri e di promettere presunti geni creativi in tempi record – si legge sul sito internet della scuola – ma di essere semplicemente ed efficacemente una scuola.

Non amiamo illudere le persone: non raccontiamo loro che dopo appena qualche mese, disegnando e dipingendo senza alcun criterio, senza essere guidate da un programma ben strutturato e da una costante e seria verifica sul percorso d’apprendimento, potranno trasformarsi improvvisamente in artisti magari di successo. Piuttosto perseguiamo un fine più concreto e nobile: l’arte”.

Ed ora, l’appuntamento è per sabato 29 settembre con la consueta cerimonia di inaugurazione del nuovo anno e l’avvio della diciannovesima entusiasmante stagione di corsi d’arte.


Condividi la notizia:
10 luglio, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR