Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

La città allo sbando - Protesta il nuovo comitato di quartiere

Villanova nell’abbandono, i cittadini: siamo agli “arresti domiciliari”

Condividi la notizia:

Il quartiere Villanova nell'abbandono

Villanova - Via Garbini

Riceviamo e pubblichiamo – Dopo aver atteso tanto tempo, pazientemente, sperando che qualcuno dell’amministrazione comunale si ricordasse che Villanova fa parte della città di Viterbo e si iniziasse a vedere qualche miglioramento nella vivibilità del quartiere, siamo costretti a lamentarci pubblicamente per i troppi disagi: le vie del quartiere sono diventate una serie continua di buche, la segnaletica orizzontale quasi inesistente e cartelli della segnaletica verticale gettati dietro ai cassonetti, che a loro volta, sono sempre stracolmi (fotogallery).

A tutto questo, si aggiunge il traffico intenso, che scorre principalmente in via I. Garbini e via Villanova, aggravato dal transitare continuo di mezzi pesanti . Le “vibrazioni” provocate ai palazzi adiacenti ha fatto si che alcuni abitanti sono stati costretti a chiedere, tramite l’amministratore condominiale, una perizia per rilevare eventuali danni alle strutture.

Nei periodi festivi gli abitanti sono “praticamente agli arresti domiciliari”, il traffico impazzisce e i vigili urbani fanno solo qualche “apparizione” per regolare la viabilità. Per non parlare degli incidenti che avvengono frequentemente, vedi l’ultimo del 24/07/2012 in via I. Garbini.

E’ stata demolita, da tempo, la casa dell’ ex-custode del cimitero comunale, per la realizzazione della rotatoria tra la Cassia e via Villanova. Oggi purtroppo ci ritroviamo, al posto della rotatoria , un nuovo punto di pericolo privo di segnalazioni di sicurezza per la presenza di “una fogna a cielo aperto”.

E ha proposito di fogne, vorremmo ricordare che negli ultimi mesi, su segnalazione degli abitanti, ci sono stati diversi interventi da parte dei vigili del fuoco e del personale di Enel gas, nel tratto compreso tra via I. Garbini e l’incrocio per via Villanova, per delle strane esalazioni, simili nell’odore al gas,e a cui ancora oggi nessuno a dato risposte certe.

Per non parlare poi dell’area ex “Cencioni”, liberata da tempo e che da tempo, parte di essa, aspetta di divenire verde pubblico per il quartiere.

Il nuovo comitato di quartiere di Villanova, fino ad oggi ha cercato di non sollevare polveroni e, senza fare i soliti proclami per “farsi vedere da tutti”, ha avuto contatti informali con gli amministratori comunali. Abbiamo sempre ricevuto rassicurazioni che sono rimaste solo promesse e il quartiere nel frattempo è peggiorato!

Il nuovo comitato di quartiere di Villanova chiede ufficialmente di avere risposte per quanto riguarda:

– Viabilità: a quando una riorganizzazione razionale?

– Sistemazione del manto stradale: a quando?

– Rotatoria: quando sarà realizzata?

– Verde pubblico: quando anche il nostro quartiere potrà averne uno?

– Controllo del traffico: a quando una maggiore presenza della Polizia locale?

Sperando che le nostre segnalazioni possano trovare un positivo riscontro, ricordiamo che soluzioni “imposte” o di “comodo” per qualcuno (vedi ipotesi luna park “giostre” a Villanova nel 2007) creano solo malcontento e proteste. Restiamo a disposizione per qualsiasi incontro propositivo, non volendo essere la nostra solo una sterile polemica ma un piccolo passo per costruire insieme un quartiere migliore.

Nuovo comitato di quartiere di Villanova

il presidente Carlo Schiaffino

il vice presidente Rodolfo Morbidelli


Condividi la notizia:
27 luglio, 2012

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR