--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Politica - Il presidente della Provincia replica al consigliere regionale elencando una serie di traguardi raggiunti dalla sua amministrazione

Meroi: “Gigli è distratto…”

Condividi la notizia:

Il presidente della Provincia Marcello Meroi

Il presidente della Provincia Marcello Meroi

Riceviamo e pubblichiamo – Ho avuto modo di leggere le dichiarazioni di Rodolfo Gigli che credo meritino, da parte mia, alcune considerazioni.

Gigli esclude che nell’”atteggiamento problematico” assunto dai consiglieri Udc in Provincia, possano celarsi motivi “interni”. Ne prendo atto, anche se con qualche riserva, ma non entro nel merito di valutazioni e scelte che, legittimamente, appartengono in modo esclusivo al suo partito.

Quello che invece vorrei contestare è il suo giudizio sull’amministrazione provinciale.

Ricordo a me stesso che questa amministrazione ha, tra l’altro: ottenuto un risultato storico in campo ambientale per ciò che riguarda la definizione delle tariffe sui conferimenti dei rifiuti che ci ha visti, unitamente ai sindaci, vincitori di una grande battaglia a favore del territorio; ha tagliato costi di gestione, affitti passivi, spese di rappresentanza, prima ancora che qualcuno parlasse di spending-review; ha costituito, prima tra le province italiane, una commissione consiliare che ha ridotto drasticamente le partecipazioni in enti, aziende ed istituzioni.

Ha dato corso ad una massiccia dismissione immobiliare per finanziare servizi; ha redatto un nuovo piano di bacino nel settore dei trasporti; ha condotto, in maniera seria e condivisa, la difficile problematica dei precari, portando trasparenza e procedure concorsuali alla sua prossima definizione, non contraendo livelli occupazionali; ha sostenuto progetti in campo turistico e culturale, anche a livello internazionale.

Ha approvato piani di offerta formativa e dimensionamento scolastico, ricevendo plauso da tutti i presidi e dai sindaci di ogni schieramento; ha riproposto un nuovo tracciato per l’ultimo tratto della Orte-Viterbo-Civitavecchia, formulando soluzioni concrete, realizzabili ed operative; ha fatto ripartire manutenzioni stradali ed opere infrastrutturali ferme da anni.

Ha razionalizzato, con forti economie di spesa, il patrimonio scolastico della città di Viterbo e di tutta la provincia; ha riportato, come legge prevede, il controllo analogo all’interno di Talete spa; ha concretizzato scelte importanti a difesa della salute e dell’incolumità dei cittadini; ha gestito in maniera efficace l’emergenza neve, ricevendo ringraziamenti dalle più alte Istituzioni.

Tutto questo contestualmente ad un biennio nel quale i tagli lineari operati da Governo e Regione ci hanno sottratto il 39% delle risorse e i pasticciati provvedimenti dei professori di Monti hanno creato una situazione di grave difficoltà nella programmazione, il cui unico risultato è stato quello di diminuire l’offerta di servizi.

Gigli pare non aver avvertito tutto questo. Me ne dispiace sinceramente. Ha però ragione nel dire che avremmo potuto fare di più. Condizioni economiche nazionali migliori, clima politico diverso, più efficaci sinergie tra istituzioni, avrebbero potuto, unitamente a una gestione eticamente diversa e volta all’interesse comune dei fondi regionali, dare ulteriori risultati.

Non mi sottraggo però all’assunzione di responsabilità, peraltro fino ad oggi condivisa unanimemente con il mio esecutivo e la nostra maggioranza, che sempre hanno lavorato con impegno e dedizione.

Sono pronto a recepire quindi proposte, idee, programmi per migliorare la nostra azione e permettere a questa amministrazione, se si vorrà, di mantenere, in un momento particolarmente difficile per le province, un ruolo fondamentale nella geografia istituzionale della regione, al fine di presidiare ed affrontare seriamente i problemi reali dei nostri amministrati.

Ma il dire che, non la mia, ma la nostra azione, non abbia portato risultati significativi al territorio, non posso onestamente accettarlo.

Marcello Meroi

 


Condividi la notizia:
30 settembre, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR