- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Sindaco indagato, Birindelli: “Sono profondamente ferita”

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

[3]

Angela Birindelli

[4]

Angela Birindelli con Giulio Marini

Ferita, delusa e amareggiata. Si sente così Angela Birindelli.

La donna che, fino a ieri, ricopriva l’incarico di assessore regionale all’Agricoltura, da oggi torna a fare il suo lavoro di sempre: l’ingegnere. Non è stata l’indagine aperta sul suo conto [5] a spingerla alle dimissioni. Tutt’altro.

Volevo dimostrare che non sono attaccata a questa poltrona e che potevo rimettere le deleghe in qualsiasi momento – spiega -. Era un gesto di correttezza, anche nei confronti della giunta, che deve poter lavorare con serenità. Io, da un po’ di tempo, non ci riuscivo più”.

L’assessora dimissionaria racconta di una macchina del fango diversa da quella per cui è indagata. “Una vera e propria guerriglia – la definisce lei -. Da mesi, se non da anni, sono vittima di una campagna denigratoria di proporzione smodata. Basta guardare gli articoli usciti ieri sulla stampa locale e nazionale, che parlavano di una nuova indagine sul mio conto per turbativa d’asta. Notizia del tutto infondata, che ho dovuto smentire. E’ un attacco feroce da parte di qualcuno che, evidentemente, vuole sviare l’attenzione dai suoi affari per concentrarla su di me”.

Veleni che, stavolta, sottolinea Birindelli, hanno travolto anche il sindaco di Viterbo Giulio Marini. L’ultima persona che l’assessora dimissionaria si aspettava di vedere nel registro degli indagati per abuso d’ufficio [6], nel filone Vinitaly. “Ho appreso questa notizia con grande stupore e rammarico. Saperlo coinvolto nell’inchiesta mi ha profondamente ferita. E forse questo è stato un altro motivo per cui ho ritenuto che non ci fossero più i presupposti per portare avanti questa esperienza. Sono convinta che anche il sindaco Marini sia stato un’altra vittima di questo gioco al massacro e al discredito, che alla fine lo ha trascinato in vicende di cui lui non è nemmeno a conoscenza. Perché dell’attività dell’assessorato, delle manifestazioni, della promozione, Marini non ha mai saputo nulla”.

Per l’assessore uscente, resta l’amaro di un’esperienza “iniziata per fare del bene al proprio territorio e finita in un insostenibile clima di veleni”.

“Volevo dare il meglio per la mia terra, cosa che mi è stata resa impossibile. Non mi sentivo più in grado di andare avanti. Mi si prospettavano mesi di rincorse agli avvocati, ai giornali e all’Ansa per rettificare, smentire e correggere. Non è così che si fa l’assessore. E’ un lavoro per cui occorrono tempo e passione. L’ho svolto fino a oggi con dedizione e onestà. Felice di aver avuto questa possibilità e conosciuto persone straordinarie come Renata Polverini. Ma era giunto il momento di staccare la spina, viste anche tutte le vicende che hanno interessato la Regione in questi mesi e che mi hanno molto delusa”.

Da oggi, insomma, il cordone con la Regione si spezza e si torna alla normalità. Non più assessore, ma ingegnere. Esattamente come prima di arrivare alla Pisana. “Torno alla vita di sempre. Da oggi, le mie vicende personali riguarderanno solo me e non più la Regione Lazio. Le mie dimissioni potranno anche far lavorare con più serenità la magistratura, in cui ho piena fiducia. Sono certa che riuscirò a chiarire la mia posizione nelle sedi opportune”.

Il domani è un’incognita, ma alla politica non dice no. “Ora come ora, non desidero altro che tornare a fare l’ingegnere, ma il mio non è un addio alla politica. Diciamo che resta una possibilità. Oggi dovevo fare un passo indietro. Per il futuro, lascio aperta la porta”.

Stefania Moretti


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [7]
  • [1]
  • [2]