- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Tutti a casa!

Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]

[4]

Pippi d'Angelo

Riceviamo e pubblichiamo – Tutti a casa! A Viterbo non ci facciamo mancare niente e, così, questa piccola città di circa sessantamila abitanti ha avuto il suo 8 settembre.

Lo sfacelo di una amministrazione comunale nata sul compromesso, sul sembrare e non sembrare, sul non sapere cosa fare, cosa pensare, dove andare, è avvenuto in un giorno di un “rovente” agosto, gettando all’aria la storia, i sogni di tanti uomini e donne che per una vita hanno portato nel cuore la speranza di fare di questa piccola grande città, piena di storia, di tradizioni, di intelligenze, di bellezze naturali, il centro di una moderna “rinascenza”, di una grande Tuscia che, dalle rive del Tevere sarebbe arrivata sino alle porte di Orvieto e Todi riproducendo i confini della Tuscia suburbana già delineati dalla Roma repubblicana.

Nel 1997 questa ipotesi di lavoro aveva trovato comunione di intenti nella città di Orvieto ed oltre, ma poi, poi il qualunquismo prese il posto dei progetti e, perché no? Anche dei sogni. Ed al potere arrivarono non l’immaginazione ma il conformismo, la mediocrità ed ora eccoci al fuggi fuggi, al cambio di casacca, al tentativo di un ricollocamento che possa dare ai personaggi, forse giovani nelle carte di identità, ma vuoti di contenuti la possibilità di mantenere bene incollate ai deredani poltrone fatiscenti.

Ed ecco nascere da parte di questi Fregoli del politichese movimenti che mettono in evidenza il loro “amore” per la Tuscia, questa terra sacra di cui ignoravano sino a ieri (anche se in verità esiste un movimento indipendente non solo nella forma ma anche nella sostanza che già da quasi due anni articola il suo progetto politico nella Mia Tuscia) e svolgere riunioni semi segrete in ristoranti locali in cui tra una portata di tonnarelli alla matriciana e porchetta di Bagnaia si ipotizzano aeroporti, autostrade e, perché no rendere navigabile l’Urcionio e su questa terra cui Dio ha concesso tutto quello che si può immaginare di bello: acque termali, necropoli etrusche, storia medioevale e, per un periodo anche sede di un conclave, si abbatte la falce dissacrante dell’ignominia, cercando di distruggere un bagaglio culturale che viene da lontano: dai Tirreni, dagli Etruschi, dai Romani.

No! Tutto ciò non può accadere sindaco Marini, che sia detto per inciso, non sei l’unico responsabile di questa debacle, poiché circondato dai collaboratori che hai, neppure il mago di Hotz sarebbe riuscito ad amministrare una città.

Il mio appello ai viterbesi, da uomo che ha dedicato tanta parte della sua vita alla propria terra, è: uniamoci, mandiamo a casa per immeritato riposo gli attuali (si fa per dire) reggitori della cosa pubblica. Riprendiamoci il nostro futuro, riprendete voi giovani la speranza di poter costruire un domani migliore.

Fuori dalla cerchia ristretta delle nostre mura vi sono ampie praterie su cui pascolare i sacri buoi degli armenti del sole.

Pippi D’Angelo


Condividi la notizia:
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]
  • Tweet [1]
  • [2]
  • [3]