--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Inchiesta conti Pdl - Taormina entra a Regina Coeli - A breve, l'interrogatorio di garanzia di Franco Fiorito

“Farà qualche nome?”, “Solo il suo”

Condividi la notizia:

Franco Fiorito

Franco Fiorito

Franco Fiorito esce dalla procura di Viterbo

Franco Fiorito dopo l'interrogatorio, con l'avvocato Carlo Taormina

Comparirà tra pochi minuti davanti al gip Franco Fiorito.

L’interrogatorio dell’ex capogruppo regionale Pdl, fissato per questa mattina alle 13 a Regina Coeli, inizia con almeno un quarto d’ora di ritardo sulla tabella di marcia.

L’avvocato Carlo Taormina, è entrato in fretta e furia nel carcere di via della Lungara dove Fiorito è rinchiuso da due giorni.

“Farà qualche nome?” gli hanno chiesto i cronisti, accalcati all’entrata. “Solo il suo”, ha risposto, secco, il professore. Il Batman di Anagni, nei giorni scorsi, è apparso sereno. Tramite i suoi avvocati, ha lasciato a intendere di voler rispondere a tutte le domande.

All’interrogatorio di garanzia di stamattina, oltre al gip del tribunale di Roma Stefano Aprile, che ha firmato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’ex capogruppo, saranno presenti il procuratore aggiunto Alberto Caperna e il sostituto Alberto Pioletti. Gli stessi magistrati che hanno chiesto e ottenuto l’arresto di Francone per peculato, nell’inchiesta-scandalo sui maxiprelievi del gruppo regionale Pdl.

Taormina e i colleghi del collegio difensivo hanno impugnato l’ordinanza. Il ricorso sarà discusso il 9 ottobre al tribunale del Riesame di Roma.


Condividi la notizia:
4 ottobre, 2012

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR