- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Fiorito ai pm: la Birindelli mi chiese quel dossier

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

[3]

Franco Fiorito all'uscita dalla procura di Viterbo

[4]
[5]

Angela Birindelli

Francesco Battistoni [6]

Francesco Battistoni, ex capogruppo del Pdl alla Pisana

[DTDinfo id=”adsenseinterno”]

– “Sapevo che l’onorevole Birindelli è avversaria politica dell’onorevole Battistoni e per questo motivo le ho inviato, su sua richiesta, copia del cosiddetto dossier”.

Lo avrebbe dichiarato Franco Fiorito ai pm, durante l’interrogatorio del 19 settembre nella procura di Roma. Il federale di Anagni è in carcere a Regina Coeli da stamattina, arrestato per peculato nell’ambito dell’inchiesta romana sui conti del Pdl regionale.

Secondo quanto riportato dall’Ansa, che ha pubblicato stralci delle dichiarazioni dell’ex capogruppo Pdl ai magistrati, Fiorito avrebbe “girato” ad Angela Birindelli il dossier con le fatture relative alle spese del gruppo consiliare. A chiederglielo sarebbe stata la stessa Birindelli, ex assessore regionale all’Agricoltura e avversaria del successore di Fiorito Francesco Battistoni.

“Le accuse formulate dall’onorevole Battistoni e apparse a mio carico sui giornali nascono da un clima di lotta politica all’interno del gruppo – avrebbe detto Fiorito ai pm, secondo quanto si legge sull’Ansa -. Nel periodo in cui è apparsa la notizia, ho ritenuto opportuno rispondere alle accuse e controbilanciare la mia posizione, segnalando spese discutibili e collazionando le fotocopie di alcune fatture, presentatemi dai consiglieri”.

Il plico di fatture è arrivato fino alle redazioni di Corriere della Sera, Messaggero, Repubblica e a un quotidiano viterbese, diretto da un giornalista già sotto inchiesta, insieme alla Birindelli, per la macchina del fango contro Battistoni.

L’assessora dimissionaria parla di continue illazioni sulla sua persona, ma non smentisce a chiare lettere di aver chiesto quel dossier a Fiorito. “Mi sembra che in questo partito, il Pdl, ci sia un inopportuno gioco al massacro – si legge nel comunicato inviato da Birindelli nel primo pomeriggio -. Mi sembra che, come fa mio figlio di nove anni, qui si stia giocando a palla avvelenata tra chi ha visto le fatture del gruppo consiliare Pdl Lazio e chi non le ha viste, continuando a fare illazioni sulla mia persona che non è mai stata a conoscenza, durante l’attività istituzionale di assessore regionale alle Politiche Agricole, di come venivano spesi questi soldi.

Adesso – conclude il comunicato – è giunto il momento in cui tutti i cittadini del Lazio, non solo io che lo pretendo, vengano a conoscenza non di dossier, ma delle eventuali spese folli di chi indegnamente li ha rappresentati”.


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [7]
  • [1]
  • [2]