Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Comune - Francesco Guancini (Pd) replica a Micci, Milioni e Terri

“Frazioni, la maggioranza non ha richiesto quella somma”

Condividi la notizia:

Francesco Guancini

Francesco Guancini

Riceviamo e pubblichiamo – Il 29 ottobre la stampa presente in Comune durante la discussione del bilancio di previsione ha dato notizia dell’approvazione dell’emendamento presentato dal sottoscritto, a nome del Pd, che prevedeva uno stanziamento di 300mila euro a favore delle frazioni, somma da porre su apposito capitolo di bilancio da destinare esclusivamente alle stesse.

Con molto stupore il giorno dopo appare un articolo sui giornali, a firma dei delegati del sindaco Milioni di Bagnaia, Micci di Grotte Santo Stefano e Terri di San Martino al Cimino che dichiarano che i fondi destinati alle frazioni non sono conseguenza dell’emendamento presentato dal consigliere Guancini, ma che detti fondi erano già presenti nel bilancio di previsione 2012 ed esattamente nel capitolo 200716 – articolo 800. Balle!

Non ho la presunzione di saper leggere un bilancio, ma ho sicuramente l’umiltà di farmelo spiegare. Così, prima di presentare l’emendamento, mi sono recato pressi gli uffici di ragioneria e ho chiesto quanti euro fossero a disposizione delle frazioni.

Mi è stato riferito che per le frazioni nel bilancio di previsione del 2012, al capitolo 200752, erano previsti 400mila euro per la manutenzione straordinaria della viabilità delle frazioni periferiche, somma non disponibile ma da richiedere attraverso mutui, e pertanto da spendere dopo aver redatto i progetti, richiesti i mutui presso la cassa depositi e prestiti ed aver appaltato a lavori. E quando? Alla prossima consiliatura? Ed è a questo capitolo di bilancio che i delegati si riferivano.

Infatti nel capitolo 200716 – articolo 800 – avente per oggetto “fondi investimenti finanziato con avanzo di amministrazione” non esistono fondi destinati alle frazioni, ma c’è depositata una somma pari a 2 milioni e 150mila euro da investire, ed è da questo capitolo che il sottoscritto ha chiesto 300mila euro da confluire su apposito bilancio da destinare esclusivamente alle frazioni.

Somma pertanto non richiesta dalla maggioranza, ma ottenuta dall’emendamento presentato dal sottoscritto a favore delle frazioni, senza il quale le stesse non avrebbero avuto un centesimo da investire e da spendere immediatamente.

Del problema se ne è parlato nell’ultimo consiglio comunale, prima della votazione di approvazione del bilancio, e i dati sopra riportati non sono stati minimamente contestati. Soltanto il sindaco, nel suo intervento a chiusura del consiglio, ha mormorato “era nell’intenzione di questa maggioranza finanziare le frazioni”.

Nel ringraziarla, direttore, dello spazio che come sempre vorrà concedermi, mi scuso per la polemica alla quale non sono abituato, ma nella fattispecie costretto dalla pochezza di chi vuol screditare chi cerca di lavorare per il proprio territorio senza trarne alcun vantaggio politico, a differenza dei delegati che con la cifra stanziata potranno farsi belli per la prossima campagna elettorale. Ne avranno sicuramente bisogno.

Francesco Guancini
Consigliere comunale Pd


Condividi la notizia:
31 ottobre, 2012

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR